Adam Jendoubi, un giovane attore e modello napoletano che si è spento a 23 anni il 10 gennaio 2024.

Adam Jendoubi era un volto emergente del cinema e della musica napoletana. Nato nel 2000 da padre tunisino e madre polacca, era cresciuto nel quartiere popolare di Forcella, dove aveva imparato a parlare il napoletano e a vivere la città con passione e curiosità. Fin da bambino aveva mostrato interesse per lo spettacolo, partecipando a sfilate di moda e spot pubblicitari. La sua carriera era iniziata nel 2018, quando aveva recitato in un piccolo ruolo nel film “Finalmente sposi” di Lello Arena. Ma la sua popolarità era esplosa nel 2019, quando era stato scelto come protagonista del video musicale di “Tu t’e scurdat’ ‘e me”, la seconda canzone del misterioso cantante Liberato, diretto da Francesco Lettieri. Nel video, Adam interpretava un ragazzo innamorato di una ragazza che lo tradiva con un altro, e che alla fine si vendicava sparandole. Il video, girato tra le strade di Napoli, aveva raccolto milioni di visualizzazioni e aveva fatto conoscere il volto e il talento di Adam a tutto il pubblico.

Lo stesso anno, aveva ottenuto un ruolo importante nel film “La paranza dei bambini”, tratto dall’omonimo romanzo di Roberto Saviano e diretto da Claudio Giovannesi. Il film raccontava la storia di un gruppo di adolescenti che si affacciavano al mondo della criminalità organizzata a Napoli, tra violenza, droga e soldi. Adam interpretava il personaggio di Aucelluzzo, uno dei componenti della paranza, che si innamorava di una ragazza di un quartiere rivale e che veniva ucciso da un killer. Il film era stato presentato al Festival di Berlino, dove aveva vinto l’Orso d’argento per la migliore sceneggiatura, e aveva avuto un grande successo di critica e di pubblico. Adam era stato elogiato per la sua interpretazione intensa e credibile, e per la sua capacità di esprimere le emozioni con lo sguardo e il corpo.

Adam aveva continuato a collaborare con Liberato, partecipando ad altri due video musicali: “O core nun tene padrone” e “Intostreet”. Inoltre, aveva preso parte al film “Liberami“, sempre diretto da Francesco Lettieri, che raccontava la storia di un ex detenuto che cercava di reinserirsi nella società. Adam aveva anche altri progetti in cantiere, tra cui un film con il regista Pappi Corsicato e una serie tv con il regista Claudio Cupellini. Aveva anche una vita sentimentale felice, essendo fidanzato con la modella e influencer Giulia De Lellis.

La sua vita si è interrotta tragicamente il 10 gennaio 2024, dopo nove giorni di agonia. Adam era stato trovato privo di sensi in strada a Castellammare di Stabia, la notte di Capodanno, dopo aver partecipato a una festa. Era stato soccorso e portato in ospedale, dove era stato diagnosticato un arresto cardiaco.  Adam era rimasto in coma, senza mai riprendere conoscenza, fino alla sua morte. La sua famiglia aveva acconsentito alla donazione degli organi, seguendo la sua volontà espressa a 18 anni. La sua scomparsa ha lasciato un vuoto incolmabile nel cuore di chi lo conosceva e lo ammirava. Molti sono stati i messaggi di cordoglio e di omaggio che sono arrivati da parte di amici, colleghi, fan e personalità del mondo dello spettacolo.

 

 

CONDIVIDI