Le linguine all’astice sono un piatto classico della cucina italiana, un vero e proprio must per gli amanti del pesce. La delicatezza della pasta si sposa perfettamente con la dolcezza della carne dell’astice, creando un connubio di sapori e consistenze davvero irresistibile.

La preparazione delle linguine all’astice è relativamente semplice, ma richiede qualche accorgimento per ottenere un risultato perfetto. Ecco una ricetta base e alcuni consigli utili per la preparazione:

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 g di linguine
  • 1 astice di circa 800 g
  • 1 spicchio di aglio
  • 200 g di pomodorini ciliegini
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1/2 bicchiere di acqua
  • Prezzemolo tritato q.b.
  • Sale e pepe q.b.

Procedimento:

  1. Fate bollire una pentola d’acqua abbondante salata e cuocete le linguine seguendo le indicazioni riportate sulla confezione.
  2. Nel frattempo, pulite l’astice: eliminate il carapace e le interiora, lasciando solo la polpa. Tagliate la polpa a pezzetti e tenetela da parte.
  3. In una padella capiente, fate scaldare un filo d’olio extravergine d’oliva e fate rosolare lo spicchio d’aglio.
  4. Aggiungete i pomodorini ciliegini, tagliati a metà, e fate cuocere per qualche minuto.
  5. Sfumate con il vino bianco e lasciate evaporare.
  6. Unite l’astice e l’acqua, e lasciate cuocere a fuoco medio per circa 10 minuti, o fino a quando la polpa dell’astice sarà cotta.
  7. Regolate di sale e pepe e aggiungete il prezzemolo tritato.
  8. Scolate le linguine al dente e saltatele in padella con il sugo di astice.
  9. Servite le linguine ben calde.

Consigli per la preparazione:

  • Per un sapore più intenso, potete utilizzare un astice fresco. In questo caso, fatelo lessare in acqua bollente salata per circa 15 minuti.
  • Se non avete a disposizione i pomodorini ciliegini, potete utilizzare anche i pomodori pelati o i pomodori ramati.
  • Per un tocco di sapore in più, potete aggiungere al sugo anche una foglia di alloro o un pizzico di peperoncino.

Varianti:

  • Per un piatto più ricco, potete aggiungere al sugo anche dei gamberetti o delle code di gambero.
  • Se preferite un sapore più delicato, potete sostituire il vino bianco con del brodo vegetale.

Differenza tra Astice e Aragosta:

Astice e aragosta sono due crostacei appartenenti alla classe dei Malacostraci, all’ordine dei Decopodi e alla famiglia degli Astacidae e dei Palinuridae, rispettivamente.

Nonostante siano simili per aspetto, presentano alcune differenze significative, sia a livello morfologico che organolettico.

Morfologia

L’astice ha un corpo allungato, con un carapace liscio e due chele robuste, utilizzate per catturare le prede. Il colore dell’astice è marrone scuro con chiazze gialle sul ventre.

L’aragosta, invece, ha un corpo più tozzo e un carapace ruvido, con una serie di spine. Il colore dell’aragosta è arancione, rosso-brunastro o viola-brunastro.

Dimensioni

L’astice può raggiungere una lunghezza di circa 60 cm, mentre l’aragosta può raggiungere una lunghezza di circa 80 cm.

Peso

L’astice può pesare fino a 6 kg, mentre l’aragosta può pesare fino a 8 kg.

Habitat

L’astice vive nelle acque fredde dell’Atlantico settentrionale, mentre l’aragosta vive nelle acque calde dell’Atlantico orientale e del Pacifico.

Gusto

La carne dell’astice ha un sapore deciso e una consistenza elastica. La carne dell’aragosta ha un sapore dolce e delicato e una consistenza più soffice.

CONDIVIDI