Il mondo del manga è in lutto: all’età di 68 anni, ci ha lasciato Akira Toriyama, il leggendario mangaka che ha dato vita a serie indimenticabili come Dragon Ball e Dr. Slump. La scomparsa risale allo scorso primo marzo, ma la notizia è stata diffusa solo oggi sui social media dalla casa editrice e dal suo studio di produzione

Nato a Nagoya nel 1955, Toriyama ha iniziato la sua carriera nel 1978, pubblicando il suo primo manga, Wonder Island. Il successo arrivò però nel 1984 con Dr. Slump, una serie comica che narrava le avventure di una robottino pasticciona di nome Arale Norimaki. Il manga ottenne un successo strepitoso, vincendo anche il premio Shogakukan per il miglior manga shonen nel 1981.

Nel 1984, Toriyama diede vita al capolavoro che lo avrebbe reso famoso in tutto il mondo: Dragon Ball. La storia di Son Goku, un guerriero alieno in cerca delle Sfere del Drago, ha conquistato il cuore di milioni di lettori e telespettatori, diventando un vero e proprio fenomeno culturale. Dragon Ball ha dato vita a un franchise vastissimo, con serie animate, film, videogiochi e merchandise di ogni genere. Ancora oggi, a distanza di decenni dalla sua prima pubblicazione, il manga di Toriyama continua ad essere letto e amato da fan di tutte le età.

La causa del decesso di Toriyama non è stata resa nota, ma si sa che l’autore soffriva da tempo di problemi di salute.

La scomparsa di Akira Toriyama è una perdita inestimabile per il mondo del manga. Il suo genio creativo e la sua capacità di dar vita a storie avvincenti e personaggi memorabili hanno lasciato un segno indelebile nella cultura pop.

Le sue opere continueranno ad ispirare generazioni di artisti e appassionati.

CONDIVIDI