Un importante riconoscimento per l’uso di energie rinnovabili e la raccolta differenziata, lo sviluppo sostenibile, il turismo slow e responsabile. Si tratta del premio al borgo più “green” d’Italia, assegnato dalla rivista di turismo Weekend Premium. Il titolo è andato a Ossana, incantevole borgo del Trentino, nellaVal di Sole.

Borgo più green d’Italia

Il Trentino, si sa, è una regione di eccellenze, per la qualità della vita, i servizi offerti e il turismo, con tante attrattive per tutti i gusti e le esigenze, anche quelle che si allontanano dalla tipica vacanza di montagna. Le province e città trentine sono sempre ai vertici delle classifiche annuali sulla qualità della vita, per reddito pro capite, servizi offerti, qualità dell’aria, costo della vita, tutela dell’ambiente e vivibilità delle città.

Per quanto riguarda, poi, l’offerta turistica c’è davvero l’imbarazzo della scelta: oltre alle classiche vacanze di montagna in inverno ed estate, tra sci e sport invernali, passeggiate, trekking, escursioni di tutti i tipi (a piedi, mountain bike e cavallo), si possono seguire golosi tour gastronomici, partecipare a fiere e sagre di paese, abbandonarsi al relax nelle spa e nei centri benessere, partecipare a visite culturali nei musei d’arte e storici, nelle chiese e nei palazzi storici. Città d’arte come Trento e Rovereto organizzano importanti mostre d’arte, antica e contemporanea, nei loro musei.

Imperdibile, infine, la visita al territorio, alla scoperta non solo di boschi e aree naturali, ma anche di borghi storici e suggestivi castelli. Il Trentino ha una vasta offerta di queste meraviglie: borghi rurali e montani, che spesso hanno mantenuto intatto l’impianto originario, con antiche mura e la struttura del borgo castello.

Tra i borghi più belli e imperdibili del Trentino c’è Ossana, piccolo centro della Val di Sole che forma un Comune a sé, pur essendo abitato da appena 837 persone. Ossana si affaccia sul torrente Vermigliana, che appena fuori il suo centro abitato confluisce nel torrente Noce. Il territorio del paese è compreso tra i 970 e i 1003 metri sul mare, salendo verso la montagna ricoperta di boschi di abeti che si ricollega al gruppo dell’Adamello-Brenta, vicino alla località sciistica di Marilleva.

Dall’incrocio a valle del borgo di Ossana parte la strada provinciale che conduce a Peio, un altro piccolo centro montano turistico con stabilimento termale, situato a sud del Parco dello Stelvio.

borgo più green d'italia
Ossana, Castello di San Michele e borgo (iStock)

Ossana è famosa per l’imponente Castello di San Michele, che domina dall’alto il suo borgo. Si tratta di un castello medievale di origine longobarda, di cui le prime testimonianze risalgono alla fine del XII secolo. Il castello oggi è un rudere che ha conservato intatta la torre principale.

Da visitare anche le caratteristiche chiese del borgo: la chiesa di San Vigilio, con l’altare maggiore e il pulpito del Ramus, e la chiesa di Santa Maria Maddalena nella frazione di Cusiano, che conserva affreschi di fine Quattricento opera di Giovanni e Battista Baschenis.

Insieme a tutte queste bellezze paesaggistiche, naturali e architettoniche, il piccolo centro di Ossana è stato appena premiato come “borgo più green d’Italia“, grazie allo sviluppo sostenibile con la sua agricoltura biologica, il turismo responsabile e le politiche di tutela ambientale, come la raccolta differenziata dei rifiuti.

Un riconoscimento conferito dalla rivista di turismo Weekend Premium, che ha premiato Ossana sulla base di sei criteri. Il borgo trentino ha vinto su centinaia di altri in gara. Determinanti per la vittoria sono stati: l’investimento nelle energie rinnovabili, con tre centrali idroelettriche generano più energia di quella necessaria al consumo locale, la raccolta differenziata (al 73% dei rifiuti prodotti), la presenza di attività agricole sostenibili, con il 50% di aziende agricole che sono biologiche e l’originale attività di comunicazione turistica, che si differenzia dal resto dell’offerta mainstream.

Un riconoscimento importante che premia questo borgo originale, che aveva già un’offerta turistica di qualità e attenta all’ambiente.

Non solo, vi abbiamo già parlato di Ossana in altre occasioni, come paese dei presepi, per la sua eccezionale mostra di presepi artistici, realizzati con diversi materiali. Il borgo dei 100 presepi è stato soprannominato.

Un altro premio di Ossana sta nel riconoscimento nel 2017 di “Cielo più bello d’Italia“, da parte dell’associazione Astronomitaly, che premia quelle località che offrono assenza di inquinamento luminoso e condizioni ottimali per ammirare stelle e pianeti nel cielo notturno.

Insomma, è d’obbligo viistare questo splendido borgo della Val di Sole per tutte le bellezze e i servizi che offre.

Altri borghi da visitare in Italia:

Fonte: viagginews.com

CONDIVIDI