Newsletter

Video News

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Ritorno al passato per Call of Duty. Il 26 aprile il reveal ufficiale

Dopo i rumors delle scorse settimane, Activision è finalmente uscita alla scoperto, e ha rivelato il nuovo Call of Duty: World War II (abbreviato WWII). Si tratta quindi di un ritorno al passato per il famoso sparatutto, dopo le ambientazioni futuristiche degli ultimi capitoli. Il titolo sarà sviluppato da Sledgehammer Games, e per sapere tutti i dettagli del nuovo COD: WWII l’appuntamento è al 26 aprile, quando si terrà il reveal ufficiale alle ore 19.00. Intanto gustiamoci l’unica immagine rilasciata da Activision per festeggiare il nuovo COD.

Call of Duty: World War II

Buona notizia inoltre per gli utenti PlayStation 4. A quanto pare, secondo le cover del gioco rivelate da Amazon, la versione Sony di Call of Duty: WWII riceverà i DLC con 30 giorni di anticipo rispetto alle controparti Xbox One e PC. Un sodalizio quello fra Sony e Activision che perdura ormai da anni, e non sembra volersi interrompere.

L’MMO Marvel entra il closed-beta su PlayStation 4

L’interesse attorno al mondo Marvel è sempre in aumento, ed ecco che il famoso MMO Marvel Heroes Omega, uscito su PC ormai da molti anni, arriverà anche su PlayStation 4 e Xbox One. L’annuncio è arrivato già da un paio di settimane, ma poche ore fa è stato rilasciato un trailer per festeggiare l’approdo della Closed Beta sulla console di casa Sony. Ecco quindi il trailer!

Il CEO di Gazilion, David Von Dorman, si è rivelato molto contento di aver portato l’MMO anche sulle console e conferma il crescente interesse degli utenti per il mondo Marvel. Ricordiamo che la casa editrice, la quale ha portato alla luce personaggi come Spider-Man o Captain America, ha stretto un importante collaborazione con Square-Enix per nuovi titoli dedicati ai straordinari personaggi Marvel. Infine, non dimentichiamo che anche Insomniac sta lavorando sodo su Spider-Man, titolo in esclusiva per PlayStation 4.

Guardiani della Galassia The Telltale Series parte sicuramente bene: la trama solleva interrogativi interessanti mantenendo lo stile originale del gruppo. Forse manca un po’ di mordente, ma è ormai una prassi per i titoli Telltale: non si parte in quarta ma ingranando la prima, per poi alzare il ritmo rendendo il tutto molto intrigante. Tangled Up in Blue è un buon inizio, che promette un crescendo nei capitoli seguenti nonostante qualche piccola incertezza.

Torna anche a maggio la rubrica dedicata ai Games With Gold, offerti gratuitamente a tutti gli abbonati a Xbox Live Gold. Questo mese Microsoft ci offre due giochi “piccoli” su Xbox One, ma di buona qualità: si tratta di Giana Sisters: Twisted Dreams – Director’s Cut, rispolverato dalla generazione precedente, e Lara Croft and the Temple of Osiris. Su Xbox 360 invece la fa da padrone Star Wars, con ben due giochi in questo mese di maggio: si tratta di Star Wars: The Force Unleashed II e di LEGO Star Wars: The Complete Saga.

Prima di chiudere il preambolo, ricordiamo che i due titoli per Xbox 360 sono tranquillamente giocabili anche su Xbox One in virtù della retro-compatibilità.

Games with Gold

[XBOX ONE] Giana Sisters: Twisted Dreams – Director’s Cut (1 – 31 maggio)

Trent’anni fa uscì su Commodore 64 The Great Giana Sisters, un pregevole clone di Super Mario Bros. Nonostante le ovvie polemiche il gioco divenne un cult, ma fino al 2009 non ricevette seguiti o remake. Qualche anno dopo l’uscita di Giana Sisters DS (avvenuta, appunto, nel 2009 su Nintendo DS e in seguito su altre piattaforme), alcuni membri di Spellbound Interactive (studio autore del gioco) confluirono in Black Forest Games e svilupparono Giana Sisters: Twisted Dreams, finanziandosi grazie a Kickstarter.

Giana Sisters: Twisted Dreams è un puzzle platform 2.5D di buona fattura, uscito dapprima su PC nel 2012 e poi su svariate console fra il 2013 e il 2014. La versione per Xbox One è la Director’s Cut, che include l’ottima espansione Rise of the Owlverlord: quest’ultima aggiunge un paio d’ore di divertimento.

Giana Sisters: Twisted Dreams

[XBOX ONE] Lara Croft and the Temple of Osiris (16 maggio– 15 giugno)

Durante la scorsa generazione, Crystal Dynamics ci deliziò con Lara Croft and the Guardian of Light (offerto agli utenti Gold tre anni fa), uno spin-off di Tomb Raider fortemente basato sulla cooperazione fra due giocatori umani, uno dei quali impersona Lara e l’altro Totec, un attempato (circa duemila anni…) guerriero Maya. Lara Croft and the Temple of Osiris ne costituisce ovviamente il sequel.

Rispetto a The Guardian of Light, è stata potenziata la componente multiplayer: ora la cooperazione è possibile per un massimo di quattro giocatori umani, sia online sia in locale. Purtroppo, però, non si registrano ulteriori passi in avanti, anzi, il gioco è apparso piuttosto datato sotto il profilo narrativo (non così importante), tecnico (ben poco “next-gen” già al momento dell’uscita) e ludico, a causa di un sistema di controllo imperfetto. Rimane il fatto che se avete accesso ai Games with Gold e tre amici volenterosi, Lara Croft and the Temple of Osiris val bene due pomeriggi.

Lara Croft and the Temple of Osiris

[XBOX 360] Star Wars: The Force Unleashed II (1 – 15 maggio)

Appena una settimana fa il mondo intero si è fermato per guardare il teaser trailer di Star Wars Episode VIII: The Last Jedi, quindi Microsoft ha pensato bene di offrire un mese di Games with Gold quanto più possibile a tema Guerre Stellari. In continuità con il mese di febbraio (e come previsto dal sottoscritto), ora è il turno di Star Wars: The Force Unleashed II, uscito nel 2010.

Le considerazioni svolte qualche mese fa al riguardo del primo capitolo sono valide anche per questo sequel diretto, che peraltro ha deluso pubblico e critica: si tratta di un action in terza persona piuttosto scialbo, che va a collocarsi sei mesi dopo il prequel nella timeline della serie. Una delle poche attrattive del gioco è fornita dalla possibilità di impugnare due spade laser contemporaneamente.

Star Wars: The Force Unleashed II

[XBOX 360] LEGO Star Wars: The Complete Saga (16 – 31 maggio)

Chiude l’infornata di Games with Gold di maggio un gioco a tema Guerre Stellari decisamente molto più interessante di The Force Unleashed: il suo nome è LEGO Star Wars: The Complete Saga, uscito nel 2007.

The Complete Saga, come suggerisce il nome, al momento dell’uscita copriva l’intera saga (cinematografica) di Star Wars: si tratta, infatti, di una compilation deluxe che include LEGO Star Wars: The Video Game (il primissimo di un’infinità serie di giochi di Traveller’s Tales a tema LEGO) e LEGO Star Wars II: The Original Trilogy, oltre a sei livelli bonus e altre aggiunte, alcune delle quali aggiornano il primo gioco con le novità introdotte dal secondo. A questo punto non è da escludere che fra qualche mese venga offerto anche LEGO Star Wars III: The Clone Wars.

LEGO Star Wars: The Complete Saga

Un giorno dopo il debutto in patria

Guilty Gear Xrd REV 2, ultimo (?) update di Guilty Gear Xrd – REVELATOR -, è stato annunciato all’inizio dell’anno; un mese dopo Aksys ne ha confermato la localizzazione e, a ruota, PQube ha annunciato di essere il publisher europeo. Gli unici timori avrebbero potuto riguardare la data di uscita nel Vecchio Continente, considerati alcuni problemi che si sono verificati in passato, ma PQube ha finalmente confermato (su Twitter) che il gioco uscirà in Europa il prossimo 26 maggio su PlayStation 3 e PlayStation 4, tanto in versione retail quanto via digital delivery. Ricordiamo che Guilty Gear Xrd REV 2 giungerà in Giappone il 25 maggio e nel Nord America il giorno seguente (cioè lo stesso della release europea).

Guilty Gear Xrd REV 2

I possessori di PlayStation 4 potrebbero trovare interessante la (very) limited edition raffigurata nell’immagine sopra, che sarà disponibile a partire dal medesimo giorno.

Al momento scarseggiano le informazioni sulla versione PC, la quale peraltro non sarà pubblicata da PQube.

Finalmente dopo l’arrivo per PC nel 2015, il 21 Aprile Cities: Skylines sarà disponibile anche per la console ammiraglia di Microsoft, con i dovuti accorgimenti del caso che permetteranno anche ai possessori di console Xbox One di poter costruire la loro città dei sogni attraverso un complesso sistema di costruzione e gestione.

Cities: Skylines Xbox One Edition

Costruisci la tua città

Cities: Skylines è noto alla maggior parte dei giocatori PC amanti al genere di city builder, con le varie difficoltà da affrontare per accontentare ogni abitante. Sarete voi a decidere lo stile di gioco fin dall’inizio, infatti saranno possibili infinite combinazioni di costruzioni, tanto da rendere ogni partita sempre diversa dalle precedenti. Potrete scegliere per esempio la vostra zona di costruzione di partenza, scegliendo tra moltissime zone preesistenti, per poi successivamente selezionare varie opzioni che vi consentiranno di scegliere se avere soldi infiniti, se impostare la guida a destra o sinistra, e altre interessanti impostazioni che vi permetteranno di scegliere il vostro stile di gioco.

Una volta avviato il livello si verrà accolti dal “nulla”, infatti avrete un enorme spazio vuoto con qualche albero, dei corsi d’acqua, e una strada per collegarvi alla civiltà. Il tutorial già da subito vi darà le prime istruzioni, anche se a nostro avviso non sono proprio così intuitive, obbligandovi quindi a ragionare di testa vostra nei primi minuti di gioco. Sarete indirizzati a costruire le prime strade che potranno essere, come nella vita reale, di diversi tipi: ci sarà la classica strada a doppio senso di circolazione, quella a senso unico, per poi passare alle strade con più corsie. Una volta costruite le strade potrete iniziare a impostare le zone di “spawn” degli edifici. Avete capito bene, a differenza di altri giochi legati a questo genere, in Cities: Skilines non sarete voi a costruire le case, le fabbriche e così via, ma imposterete semplicemente dei lotti edificabili vicino alle strade che saranno: lotto residenziale, lotto industriale e lotto commerciale.

All’inizio del gioco avrete a disposizione una “piccola” area per costruire, che però potrà essere unita ad altre aree presenti vicino alla vostra città. Tutto questo avrà un prezzo abbastanza elevato, e sarete voi a decidere quali zone sarà più conveniente acquistare all’inizio e quali sarà meglio lasciare per dopo.

Cities: Skylines Xbox One Edition

Energia elettrica e impianti idrici

In Cities: Skylines non ci limiteremo però a costruire delle strade, ma il nostro lavoro sarà decisamente più complicato. Ogni edificio, infatti avrà bisogno di energia elettrica, di acqua e di uno scarico fognario: ovviamente dovremo essere noi a costruire il tutto al fine di accontentare ogni singolo abitante del nostro nuovo impero. Per quanto riguarda l’energia elettrica ci sono varie opzioni, possiamo infatti utilizzare una fonte fossile che ci permetterà di avere un continuo rifornimento di energia elettrica, oppure utilizzare energia eolica che porterà un quantitativo diverso di energia in base alla velocità del vento. Tutte queste risorse dovranno però essere collegate all’impianto elettrico cittadino, attraverso i tralicci da noi cotruiti che dovranno inoltre raggiungere ogni edificio della città.

Lo stesso discorso è valido per l’acqua e per lo scarico fognario: bisognerà collegare il prima possibile la nostra città a una sorgente di acqua, che è sempre presente nei paraggi. Una volta costruita la struttura di assorbimento dell’acqua bisognerà costruire le tubature che dovranno essere collegate a ogni edificio. Ovviamente come nella vita reale, le tubature passeranno sottoterra, consentendoci quindi di avere una certa libertà di azione per quanto riguarda la costruzione. Per gli scarichi fognari il discorso sarà molto più semplice infatti ogni volta che costruiremo le tubature queste saranno doppie, una per l’acqua e una per lo scarico fognario, quindi bisognerà soltanto costruire il sistema di scarico vicino a una sorgente d’acqua per poi collegarlo alle nostre tubature, facendo però attenzione a dove lo mettiamo, visto che gli scarichi tenderanno a inquinare le acque contaminando anche l’acqua potabile con il tempo.

Cities: Skylines Xbox One Edition

Mezzi di trasporto pubblici

Nella nostra città non possono di certo mancare i mezzi di trasporto pubblici, che verranno sbloccati in una fase leggermente avanzata del gioco. I primi mezzi che sbloccheremo saranno i taxi e gli autobus: questi ultimi hanno un’interessantissima funzione nel gioco, infatti saremo noi a dover decidere la traiettoria di ogni singola corsa e le sue fermate. Sviluppare bene questo aspetto aumenterà di molto la felicità generale dei nostri cittadini visto che potranno muoversi per la città in modo molto più semplice grazie ai nostri autobus. Per quanto riguarda i taxi invece, si potranno costruire oltre alla stazione principale anche delle piccole fermate dove i cittadini posso attendere il loro taxi in completa tranquillità. Una volta raggiunto un numero sufficiente di abitanti, verrà resa disponibile la metro, come anche altre soluzioni di trasporto, volte a velocizzare gli spostamenti dei cittadini ma anche il turismo.

I mezzi di trasporto tuttavia non saranno da costruire solamente per aiutare i cittadini nelle loro mansioni giornaliere, ma saranno fondamentali per il sindaco. Con il crescere della popolazione il traffico inizierà ad aumentare e le vostre stradine non riusciranno più a contenere l’enorme afflusso di automobili. Sarete quindi obbligati a costruire strade con più corsie, che possono contenere anche delle corsie riservate ai singoli mezzi pubblici.

Cities: Skylines Xbox One Edition

Servizi e distretti

In ogni grande città che si rispetti sono sempre presenti zone industriali e servizi: questo è necessario per permettere uno sviluppo ottimale della città. La nostra non sarà da meno, infatti avremo la possibilità di predestinare lotti per la costruzione di industrie, che dovranno però essere posizionate in una zona abbastanza lontana dalle abitazioni, visti gli alti livelli di agenti inquinanti presenti nei pressi delle nostre fabbriche. Bisognerà costruire anche molte zone commerciali, per evitare che gli abitanti della nostra città decidano di andarsene in una città più organizzata e con più servizi.

Aspetto fondamentale che verrà sbloccato dopo qualche ora di gioco sarà la presenza di strutture di polizia, ospedali e pompieri, che permetteranno di mantenere l’ordine pubblico in caso di problemi, che avverranno sfortunatamente molto spesso. Saranno fondamentali anche discariche (da posizionare in zone isolate), cimiteri che svolgeranno il loro compito in modo analogo a come avviene nella vita reale.

Un’altra caratteristica interessante sono i distretti, che ci permetteranno di dividere la nostra città in modo da controllarla nel modo più semplice possibile, si potranno infatti mettere delle tasse diverse per ogni distretto, si potranno impostare delle regole specifiche, oppure aumentare/diminuire la presenza di pompieri, forze dell’ordine ecc. Ogni distretto potrà avere un nome, per facilitarne la gestione quando si raggiungerà un numero di abitanti elevato.

Cities: Skylines Xbox One Edition

Monumenti decorazioni e aree

Oltre all’aspetto funzionale, sarà necessario tenere alto il livello di bellezza, costruendo parchi, luoghi per i bambini, campi da tennis o anche parchi divertimento. Questo farà aumentare di molto la felicità degli abitanti e allo stesso tempo renderà la vostra città piacevole da vedere.

Il gioco mette a disposizione anche moltissime decorazioni complesse e monumenti, come ad esempio la statua della libertà o la torre Eiffel che permetterà di dare un tocco di originalità in più alla vostra città. Potrete anche piantare alberi e cespugli di vario tipo per rendere il tutto più verde ed ecologico agli occhi dei vostri cittadini, oppure lasciare tutto in mano alla tecnologia, costruendo qualsiasi tipo di monumento disponibile, facendo ovviamente attenzione ai soldi disponibili nelle casse della vostra città. Starà quindi a voi abbellire la vostra città facendola diventare una delle metropoli più belle al mondo!

Cities: Skylines Xbox One Edition

Cities: Skilines è senza dubbio un ottimo prodotto, che ha avuto un grande successo già su PC, nonostante i più o meno gravi problemi tecnici. E’ stato riproposto anche su Xbox One per la gioia degli amanti dei City Buiders garantendo una libertà di gioco impressionante, si parla infatti di poter arrivare anche fino a un milione di abitanti, cifra esorbitante se si pensa che già a 50 mila abitanti la situazione inizia a degenerare per la mole di strutture. Per fortuna sono presenti dei pop up che ci mostrano le esigenze di ogni singola struttura, per facilitare di molto il nostro operato. Dal punto di vista tecnico il gioco è piacevole, tuttavia se si fa uno zoom sulle strutture si nota una leggera povertà grafica, totalmente giustificabile vista la vastità del gioco. Il gioco risulta abbastanza fluido anche se non mancano i cali di frame dovuti principalmente alle tante strutture presenti contemporaneamente su schermo. Cities: Skylines ci ha regalato tantissime ore di gioco e ce ne regalerà altrettante vista l’ottima progressione generale della città che permettete di costruire un vero e proprio impero.

Cosa hanno in comune il massacro libero, i bagni di sangue e Shakespeare? Apparentemente nulla, nonostante molte opere del Bardo inglese prevedano ammazzamenti di vario genere, ma per Frima Studio sembra esserci un legame, legame che il piccolo team di sviluppo ha deciso di riassumere in un videogioco dal nome tutt’altro che eloquente: Talent Not Included, un platform che non stupisce quanto l’opera prima, Chariot, ma si rivela un divertissement piacevole.

Zordok, Derp e Kevin sono tre mostri, le cui passioni sono i già citati massacri, sangue a litri e le opere teatrali di William Shakespeare. Complice la serata noiosa nella bislacca città di Nothatmuchfurther, i tre decidono di unire le loro passioni mettendo in piedi un vero e proprio spettacolo teatrale, aiutati dal demone Zot che gli fornirà i protagonisti: il cavaliere Cècile, l’avventuriera Bonnie e il mago Gundelf, eroi che interpreteranno le temibili prove messe in piedi dai demoni per il puro gusto di apprezzare una tragedia fuori dal comune.

Passando dalle parole ai fatti, Talent Not Included si basa su meccaniche platform pure, basate su salti precisi e movimenti rapidi per non restare invischiati nella morsa dei nemici o dei pericoli disseminati per i livelli, suddivisi in piccoli percorsi alternati. Altra meccanica fondamentale è la raccolta delle caramelle, sparse in ogni dove e che, una volta raccolte, attiveranno un moltiplicatore di punti, fino a 5x, elemento importantissimo ai fini della nostra valutazione complessiva: alla fine di ogni livello, infatti, la nostra performance verrà giudicata in base al nostro punteggio, il quale ci farà guadagnare una maschera di bronzo, d’argento o d’oro in modo non dissimile da quanto accade in altri giochi di abilità.

Questa meccanica da sola riesce a rendere il gioco una sfida decisamente sfiziosa, soprattutto per gli amanti del completismo, mostrando un lavoro di game design molto solido e intelligente nonostante l’assoluta mancanza di innovazione che però non pesa eccessivamente grazie alle soluzioni impiegate per rendere l’azione sempre dinamica e imprevedibile.

Talent Not Included

Una delle migliori, a nostro avviso, è quella di sfruttare l’ambiente teatrale a favore del gameplay, all’apparenza sempre uguale ma di fatto cangiante come accade nella realtà. Pensate ad esempio ai musical, con le loro scenografie mobili: in Talent Not Included i livelli stessi cambiano ogni qual volta si recupera una caramella gigante, che segna la fine del percorso.

Una volta recuperata, infatti, la struttura di gioco cambierà, a volte con cambiamenti minimi e altre in modo drastico, magari aggiungendo anche un timer e delle caramelle a scomparsa da recuperare il più presto possibile, costringendo il giocatore a essere sempre reattivo contro qualunque imprevisto, oltre a dotarsi di una buona memoria perché, ve lo assicuriamo, alcuni livelli richiederanno tempo ed esperienza per essere padroneggiati al meglio.

Se poi teniamo conto delle diverse caratteristiche e abilità dei vari interpreti, il gioco è letteralmente fatto: Cècile ci abituerà a essere un personaggio efficace in combattimento e in grado di tollerare diversi danni, al contrario di Gundelf che, a fronte di una resistenza problematica, sarà in grado di tele trasportarsi e usare magie per rendersi la vita un po’ più facile, mentre Bonnie può avvalersi di una capriola che le permette di passare indenne sezioni altrimenti mortali e una vitalità nella media.

Talent Not Included

Nonostante le belle parole, però, è impossibile non riconoscere al gioco una creatività e un design altalenante e non particolarmente memorabile: artisticamente parlando il gioco risulta un po’ anonimo e scevro di originalità, arrivando a toccare una certa monotonia che si sarebbe potuta evitare con un pizzico di attenzione ai dettagli e qualche rimaneggiamento, soprattutto per quanto riguarda le ambientazioni proposte, soltanto tre e che sanno ampiamente di già visto.

Le stesse conclusioni possono essere tratte sotto il profilo grafico e tecnico: il motore di gioco lavora molto bene, permettendo alle transizioni dei livelli di essere sempre fluide senza difficoltà, ma è pur vero che l’assenza di animazioni o idee particolari é un fattore determinante. Lo stesso dicasi per le musiche, adatte al tema e al periodo che si vuole rievocare, ma che difficilmente entreranno nella vostra playlist da cantare sotto la doccia.

Talent Not Included

Talent Not Included è un buon gioco, senza dubbio alcuno. Allo stesso modo, però, ciò rappresenta il principale punto negativo: la mancanza di originalità o un desiderio tangibile di osare danno al gioco un sapore agrodolce, che diverte ma non riesce davvero ad appassionare fino in fondo. Gli amanti del platform possono acquistarlo senza remore, ma l’idea che si potesse fare qualcosa di più resta nell’aria.

Il sito GOG.com offre Saints Row 2 gratis, assieme a vari sconti sul resto della saga.

saints row 2 gratis

GOG.com continua a promuovere una politica DRM-free proponendo ai suoi utenti il download gratuito di Saints Row 2. Tuttavia l’offerta sarà valida per un periodo limitato, infatti potrà essere riscattato solo fino a domani 22 Aprile, quindi affrettatevi prima della sua scadenza.

Per riscattare il gioco vi basterà andare sul sito GOG.com, creare un account e poi andare su questo link che vi permetterà di riscattare in modo completamente gratuito la vostra copia di Saints Row 2.

GOG.com oltre a regalare Saints Row 2, sta proponendo anche interessanti sconti validi per tutto il weekend sui titoli di Deep Silver. Sono infatti disponibili sul sito anche le versioni DRM-free di Saints Row: Gat Out of Hell a 3.74 dollari (3,4 Euro) e Saints Row IV: Game of the Century Edition5 dollari (4,6 Euro).

Saints Row 2 ha ricevuto un’ottimizzazione per Windows XP, Vista, 7, 8 e 10, presenta anche i sottotitoli in italiano. Con il download del gioco riceverete anche il manuale in PDF, tre sfondi e due avatar.

Rare ha pubblicato poche ore fa un nuovo filmato dedicato alle meccaniche di Sea of Thieves.

Sea of Thieves trailer risorse

Rare ha pubblicato un nuovo filmato di gioco di Sea of Thieves che ci offre la possibilità di dare un’occhiata da vicino a questo nuovo e attesissimo titolo. Nel video il lead designer Mike Chapman e la senior designer Shelley Preston svelano il funzionamento e l’importanza dello accumulare le risorse presenti nel gioco.

Gli sviluppatori ci fanno sapere che le risorse, come ci si aspettava, saranno limitate e dunque sarà importante saperle gestirle nel migliore dei modi nel corso della nostra avventura. Un esempio che viene proposto nel video è quello della nostra nave, essa infatti potrà subire dei danni e spetterà a noi il compito di ripararla, scegliendo tuttavia a quale parte della nave dare la priorità in basse alle risorse che abbiamo a disposizione in quel determinato momento.

Un’altra caratteristica interessante presentata da Mike Chapman è la mancanza della rigenerazione automatica della salute. Non potremo quindi nasconderci e aspettare la rigenerazione della vita ma sarà necessario mangiare del cibo prima di essere in grado di affrontare uno scontro diretto con un nemico.

 Sea of Thieves uscirà entro la fine del 2017 su PC e Xbox One e garantirà il supporto al programma Xbox Play Anywhere.

Square Enix ha annunciato l’arrivo di un nuovo aggiornamento per Final Fantasy XV il prossimo 27 aprile

Square Enix sta arricchendo ogni volta l’apprezzatissimo Final Fantasy XV, proponendo contenuti come il recente Episode Gladio. Per quanto riguarda il nuovo aggiornamento, in arrivo il 27 Aprile, offrirà interessanti funzionalità tra cui la modalità stabile per PlayStation 4 Pro, che mantiene un frame rate stabile, anche se non ci sono dati espliciti su quale sarà questo frame rate. Interessante anche il ritorno delle quest a tempo, dotate anche di una classifica.

final fantasy xv patch

Le novità dell’aggiornamento in dettaglio saranno:

  • Nuova “modalità stabile” che permette di avere un frame rate stabile su Playstation 4 Pro;
  • Sottotitoli e maggiore dimensione del testo nelle schermate di alcuni menù;
  • Quest a tempo e aggiunta delle classifiche;
  • Nuovi adesivi per auto per la personalizzazione di Regalia;
  • Aggiunte nuove canzoni al player musicale.

Ricordiamo che Final Fantasy XV è disponibile per Playstation 4 e Xbox One, anche se si vocifera di una possibile edizione per PC. Mentre per Switch sembra non esserci ancora nulla in programma.

Flag Counter

Video Games