Newsletter
Video News
Oops, something went wrong.
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Caserta, 1 mag. – Oltre mille persone per il corteo di solidarieta’ agli 800 lavoratori della Whirlpool di Carinaro che questa mattina, partendo dal Palaigloo hanno raggiunto Piazza Trieste e Trento dove era allestito il palco. Con loro molti sindaci del casertano, i lavoratori della Firema, Ixfin e Acroplastica, ma anche rappresentanti sindacali della Cisl, Cgil e Uil. “Oggi per noi non e’ una festa, ma una lotta. Questa e’ una manifestazione di riscatto della nostra terra. Siamo qui a rivendicare il lavoro. Renzi dice di voler cambiare l’Italia e allora parta da qui per dimostrare che fa sul serio”, dice Maria Fabozzi, una delle operaie in corteo. Presente anche il presidente di Confindustria Caserta, Luciano Morelli. “La vicenda Whirlpool – dice Giovanni Letizia, segretario Cisl Caserta – segna questa terra. I sindacati sono tutti impegnati su questo fronte, ma le istituzioni devono essere piu’ presenti su questo territorio con un industria che soffre: abbiamo perso 8mila posti di lavoro”. Sul palco anche Franco Tavella, segretario regionale Cgil che parla di annuncio vergognoso e incomprensibile da parte della multinazionale “perche’ – spiega – siamo davanti ad un’azienda che annuncia un investimento e nello stesso tempo la chiusura di Carinaro: questa e’ la singolarita’. Questa deve diventare una vertenza nazionale perche’ al momento sembra che si voglia abbandonare il Mezzogiorno per investire aree piu’ forti. Il Governo deve impedire che una multinazionale venga qui a fare shopping e poi andare via. Qui non c’e’ solo il destino di Carinaro, ma dell’intero Paese”. Il segretario conclude facendo un appello ai presenti: “Bisogna continuare a mantenere l’unita’ che vedo oggi in questa piazza, e’ fondamentale”. .

Flag Counter
Video Games
Oops, something went wrong.