Newsletter
Video News
Oops, something went wrong.
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – New York, 15 lug. – Le donne sono piu’ a rischio
dipendenza da droghe rispetto agli uomini. L’uso prolungato di
cocaina e anfetamine, infatti, colpisce maggiormente le parti
del cervello delle donne responsabili del processo decisionale,
delle emozioni, del processo di ricompensa e della formazioni
delle abitudini. Uno studio della University of Colorado Denver
School of Medicine ha scoperto che, dopo una media di 13,5 mesi
di astinenza, le donne precedentemente dipendenti da stimolanti
presentano un volume ridotto di materia grigia in specifiche
parti del cervello. Per arrivare a queste conclusioni,
pubblicate sulla rivista Radiology, i ricercatori hanno
analizzato le strutture cerebrali di 127 uomini e donne tramite
risonanza magnetica per imaging. Tra i soggetti 59, 29 donne e
21 uomini, in precedenza dipendevano da cocaina, anfetamine o
metanfetamine per una media di 15,7 anni. Le restanti 68
persone, 28 donne e 40 uomini, erano sane e di eta’ simile. I
risultati della risonanza magnetica hanno dimostrato che, dopo
13,5 mesi di astinenza dal consumo di droghe, la materia grigia
delle regioni frontali, limbiche e temporali delle donne e’
diminuita. I ricercatori hanno inoltre osservato che queste
differenze di volume del cervello sono correlate anche ai
comportamenti: volumi minori di materia grigia sono legati a
tendenze comportamentali alla ricerca di ricompense.
.

Flag Counter
Video Games
Oops, something went wrong.