Newsletter
Video News
Oops, something went wrong.
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – San Diego, 2 lug. – Le statine, i piu’ diffusi farmaci
anti-colesterolo. aumentano l’aggressivita’ delle donne e
diminuiscono quella degli uomini. Almeno questo e’ quanto
emerso da uno studio della University of California di San
Diego, pubblicato su Plos One. Nello studio i ricercatori hanno
coinvolto mille uomini e donne in postmenopausa, che hanno
assunto per 6 mesi due tipi di statine, la simvastatina e la
pravastatina, o un placebo. I partecipanti sono stati invitati
a tenere un diario in cui raccontare la loro esperienza di
interazione con gli altri. In particolare, i ricercatori hanno
analizzato la quantita’ di atti aggressivi contro gli altri e
gli oggetti. Gli studiosi hanno anche misurato due fattori
chiave legati all’aggressivita’: i livelli di testosterone e i
disturbi del sonno, entrambi i quali gia’ noti per il legame
con la simvastatina. Ebbene, dai risultati e’ emerso che le
statine provocano una serie di effetti diversi negli uomini e
nelle donne. Nei primi e’ stato registrato un calo
dell’aggressivita’, a parte tre casi che sono stati poi esclusi
dallo studio. Nelle donne e’ stato osservato un aumento
significativo dell’aggressivita’. I ricercatori non hanno
ancora chiarito in che modo le statine influiscono
sull’aggressivita’. Un’ipotesi e’ che la riduzione del
colesterolo potrebbe causare una diminuzione dei livelli di
serotonina nel cervello, cosa che e’ stata collegata in passato
a un aumento dei comportamenti violenti. Tuttavia, gli studiosi
non hanno trovato in questo studio un collegamento tra statine
e bassi livelli di serotonina.

Flag Counter
Video Games
Oops, something went wrong.