Newsletter

Video News

Oops, something went wrong.
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Kathmandu, 2 mag. – Il numero delle vittime finora accertate del devastante terremoto che ha colpito una settimana fa il Nepal sono 6.621 e 14.023 i feriti. Lo ha reso noto il governo di Kathamndu aggiungendo che a questo punto non c’e’ piu’ alcuna chance di trovare altri sopravvissuti. Le ultime persone ancora estratte salve dalle macerie erano state trovato ormai giovedi’, oltre 48 ore fa. (AGI) .

(AGI) – Baltimora (Maryland), 2 mag. – Sono stati tutti rilasciati dietro il pagamento di una cauzione i sei agenti di Baltimora, tre bianchi e tre neri, arrestati ed incriminati per la morte di Freddie Gray, l’afroamericano deceduto per le letali ferite riportate dopo il suo arresto. Secondo quanto riferisce il quotidiano locale ‘Baltimore Sun’ 4 agenti, che saranno giudicati per le accuse piu’ gravi, tra cui omicidio colposo con l’aggravante della totale indifferenza per la vita della vittima (Caesar Goodson jr, William Porter, Brian Rice e Alicia White), hanno pagato 350.000 dollari mentre gli altri 2 (Edward Nero e Garret Miller) che debbono rispondere di accuse minori, ne hanno versati 250.000. Nei casi 4 casi piu’ gravi, omicidio colposo, la pena massima e’ 30 anni, in quella piu’ lieve, violazione della legge, di cui sono accusati tutti e 6, il massimo e’ 10 anni di carcere. I sei restano liberi, ma sospesi dal servizio, in attesa che venga convocato un grand jury (formato solitamente da 23 cittadini) chiamato a decidere sei i sei agenti dovranno essere processati. Nei precedenti casi in cui agenti di polizia erano stati incriminati per aver ucciso neri disarmati, su tutti il caso di Ferguson in Missouri (il primo della serie, il 9 agosto 2014) il grand jury decise di non processare i poliziotti. La notizia ha innescato nuove proteste a Baltimora dove alcune tra le migliaia di cittadini, inizialmente scesi in strada per festeggiare l’incriminazione dei sei, sono stati arrestati per non aver sgombrato le strate quando e’ entrato in vigore il corpifuoco dalle 22 ora locale. Tra gli afroamericani incriminati il piu’ alto in grado, e’ il tenente Brian Rice, 41 anni. Gli altri sono l’autista del pulmino della polizia in cui Gray subi’ le ferite letali, Caesar Gordon jr, 45 anni ed il sergente Alicia White, 30 anni. Gli altri tre sono bianchi: William Porter, 25 anni, Edward Nero, 39 e Garrett Miller, 26. Il procuratore dello Stato del Maryland ha accusato i 6 di diversi reati, tra cui omicidio di secondo grado e omicidio colposo. “I risultati della nostra inchiesta, svolta in modo completo e indipendente – ha spiegato il procuratore Marilyn Mosby nel corso di una conferenza stampa- ci hanno portati a formulare queste accuse”. Gray mori’ a una settimana dall’arresto per 19 ferite alla spina dorsale. L’accusa piu’ grave, quella di omicidio di secondo grado, e’ a carico dell’agente Caesar Goodson (uno dei tre agenti afroamericani) l’autista del furgoncino nel quale Gray venne caricato opo l’arresto. Goodson dovra’ rispondere anche di abuso e condotta negligente. Altri tre poliziotti sono accusati di omicidio colposo (tra questi Alicia White e il tenente Brian Rice) e due di abuso e condotta negligente. Gray, ha detto il procuratore Mosby, “fu arrestato illegalmente” poiche’ “non aveva commesso alcun crimine”. L’indagine, ha aggiunto il procuratore invitando alla calma i manifestanti che da settimane chiedono giustizia per il giovane, e’ ancora in corso. (AGI) .

(AGI) – Bengasi, 2 mag. – Non accenna in alcun modo a calare la violenza in Libia nonostante i, finora infruttuosi, tentativi dell’Onu di negoziare un cessate il fuoco tra le parti. Un razzo ha centrato ieri sere un centro medico a Bengasi, capoluogo della Cirenaica, uccidendo almeno 3 persone e ferendone 7. Nel Paese si confrontano dallo scorso anno le forze del governo islamista di Tripoli e quelle del generale Khalifa Haftar, sostenuto dall’Egitto, e legato all’esecutivo internazionalmente riconosciuto di Tobruk. (AGI) .

(AGI) – Roma, 1 mag. – Un milione di persone hanno assistito al tradizionale Concertone del Primo maggio, a San Giovanni, giunto alla 25ma edizione. La serata e’ stata condotta da Camila Raznovich, affiancata da alcuni conduttori delle precedenti edizioni, e incentrata sui temi dell’integrazione e della solidarieta’ con un occhio all’Expo e un minuto di raccoglimento per le vittime del sisma in Nepal. In contemporanea si e’ svolto l’altro concerto di Taranto dove si sono esibiti, fra gli altri, i Subsonica, Francesco Baccini, Caparezza e Bud Spencer. La maratona musicale di San Giovanni e’ stata aperta da un omaggio ai 70 anni della Liberazione dei Bottari della Cantica popolare che hanno intonato Bella Ciao, poi i KuTso con un Alex Britti con barba finta e i La Rua, vincitori del Contest 1MNext. E poi Almamegretta, Mario Venuti, lTeresa De Sio, Nesli e James Senese e Napoli Centrale. In serata, momento clou del concerto, sono attesi Enrico Ruggeri, Emis Killa, Paola Turci, Avitabile con Alpha Blondy, un duetto di J-Ax e Noemi l’atteso ritorno dei Bluvertigo di Morgan e Goran Bregovic, unico ospite straniero, prima della chisura della Pfm mentre qualche goccia di pioggia cadeva su Roma. I segretari di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Annamaria Fulan e Carmelo Barbagallo, hanno sottolineato l’importanza del Concertone per portare avanti le battaglie per il lavoro e hanno fatto cenno dai migranti alla coesione sociale. (AGI) .

(AGI) – Milano, 1 mag. – Matteo Renzi si e’ recato nei camerini del Teatro alla Scala per salutare Riccardo Chailly, stasera al suo debutto come direttore principale, durante il secondo intervallo della ‘Turandot’. Il premier era accompagnato dalla moglie e dalla figlia, dal sindaco di Milano Giuliano Pisapia e consorte, oltre al ministro dei Beni culturali Dario Franceschini e da Vittorio Sgarbi. Presente anche il governatore lombardo, Roberto Maroni. (AGI) .

AGI) – Milano, 1 mag. – Il Comune di Milano si costituira’ “parte civile” nei processi contro i “delinquenti e idioti” che hanno devastato la citta’. E’ quanto ha annunciato Giuliano Pisapia, rientrando nel foyer della Scala dopo una riunione a Palazzo Marino. “Vengo da un incontro con i miei assessori che sono stati nelle zone colpite dai violenti e hanno parlato coi cittadini”, ha spiegato Pisapia. “Vogliamo dare un contributo non solo materiale ma valutare la costituzione di parte civile” nei processi ai fermati, ha aggiunto il sindaco di Milano. “Oltre al contributo economico”, ha proseguito, “e’ importante dare una risposta anche di senso civico”. Pisapia ha ringraziato le forze dell’ordine e ha aggiunto che, “non e’ successo quello che e’ successo a Genova anche se abbiamo avuto i nostri danni”. (AGI) .

(AGI) – Milano, 1 mag. – “E’ un’opera stupenda”. Cosi’ Agnese Landini, moglie di Matteo Renzi, ha risposto ai cronisti che le chiedevano un giudizio sulla ‘Turandot’, nel corso dell’intervallo, alla Scala. (AGI) .

(AGI) – Roma, 1 mag. – “E’ inaccettabile la violenza di chi oggi pomeriggio ha compiuto devastazioni nel centro di Milano. Esprimo la massima vicinanza mia e della Camera dei deputati alle forze dell’ordine, impegnate in una difficile azione di contrasto, al sindaco Pisapia e a tutti gli abitanti di Milano, che con grande senso civico stanno gia’ cercando di porre rimedio alle distruzioni. Lo dice la presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini. “Una violenza cosi’ insensata – aggiunge – danneggia tutta la collettivita’, inclusi coloro che legittimamente hanno un’opinione critica sull’Expo e devono poterla manifestare senza che la loro voce sia messa a tacere dai violenti”. (AGI) .

(AGI) – Milano, 1 mag. – Parterre di vip per la ‘prima’ della stagione speciale per Expo organizzata dal Teatro alla Scala. Sono arrivati al Piermarini Matteo Renzi e la moglie Agnese, alla loro ‘prima’ da quando l’ex sindaco di Firenze e’ a Palazzo Chigi. La coppia – lui in smoking, lei in abito con guanti neri- era accompagnata dalla figlioletta Ester, vestita in abito bianco con gonna in tulle, e dal commissario unico di Expo, Giuseppe Sala, con la moglie. Accolti da applauso due habitue’ come Giorgio e Clio Napolitano, non potevano mancare le istituzioni locali con il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia e la moglie Cinzia Sasso, il governatore lombardo, Roberto Maroni con Emi Macchi. Presenti anche i ministri dei Beni culturali, dell’Economia e dell’Agricoltura, Dario Franceschini, Pier Carlo Padoan e Maurizio Martina, l’ex premier Mario Monti e la moglie Elsa, cosi’ come l’ex ministro dello Sviluppo, Corrado Passera e la consorte Giovanna Salza. Anche il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, e il sovrintendere Alexander Pereira con la giovane moglie Daniela. (AGI) .

Flag Counter

Video Games

Oops, something went wrong.