Newsletter

Video News

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI/NOVA) – Baghdad, 23 apr. – Il ministro del Turismo e
dell’antichita’ iracheno, Adel Shirshab, ha inaugurato
un laboratorio donato dall’Italia all’Iraq per la
conservazione dei manoscritti antichi all’interno nel Museo
nazionale dell’Iraq. L’iniziativa rientra nel quadro di
un’ampia e consolidata cooperazione in campo archeologico
tra i due paesi, e dovrebbe essere completata dalle
attivita’ di una missione italiana di formazione per il
personale iracheno del museo. Il laboratorio, del valore di
250 mila euro, consentira’ il restauro e la protezione di
oltre 45 mila manoscritti conservati all’interno del
comparto museale. All’inaugurazione ha preso parte
l’ambasciatore italiano in Iraq, Massimo Marotti. Nella
conferenza stampa congiunta con il diplomatico italiano, il
ministro Shirshab ha sottolineato che grazie all’iniziativa
italiana sara’ possibile la formazione di diversi studiosi e
tecnici iracheni, che potranno in futuro essere operativi anche
in altri campi nel settore della conservazione dei beni
culturali. Il corso di formazione iniziera’ gia’ nei prossimi
giorni. Da parte sua, l’ambasciatore italiano Marotti ha
dichiarato che “il laboratorio e’ parte degli sforzi da parte
di Roma per sviluppare le attivita’ del Museo nazionale
dell’Iraq”, e ha sottolineato che fin dal 2003 l’Italia ha
inviato 10 equipe di studiosi e ricercatori per la
conservazione delle antichita’ irachene. “Lo staff italiano –
ha precisato Marotti – lavorera’ per realizzare nuovi programmi
di sviluppo nello studio dei beni archeologici”, che si
concentreranno soprattutto sulla “mappatura e l’identificazione
dei siti archeologici e dei complessi museali di Mosul
saccheggiati e devastati in questi mesi dai terroristi dello
Stato islamico”. La direttrice del laboratorio centrale del
Museo Nazionale dell’Iraq, Buthaina Muslim, ha dichiarato che
“le strumentazioni fornite dall’Italia aiuteranno molto gli
studiosi iracheni nella riparazione dei danni subiti dai
reperti scultorei, i manoscritti ed altre opere all’interno del
museo”. I lavori consentiranno inoltre al personale locale di
familiarizzarsi con le piu’ moderne tecniche di conservazione.
La Muslim ha sottolineato che la preparazione dei ricercatori e
tecnici iracheni sta avvenendo in collaborazione, oltre che con
l’Italia, anche con il Giappone e altri paesi stranieri.
.

(AGI) – Roma, 23 apr. – Un drone sorvola rapidamente un grande
parco fotovoltaico. Pochi istanti dopo, il gestore
dell’impianto riceve il dato reale dell’efficienza complessiva
e anche la segnalazione di eventuali malfunzionamenti dei
pannelli. Questo scenario sara’ presto possibile grazie al
nuovo drone “PPL612F”, sviluppato dall’azienda torinese Nimbus,
che si e’ avvalsa anche delle competenze del Politecnico di
Milano. Il drone, annuncia una nota, verra’ presentato
ufficialmente martedi’ prossimo 28 aprile durante la conferenza
“Droni per la scienza”, che si svolgera’ a Roma presso il
Centro Congressi Frentani (via dei Frentani 4 – ore 9-16.30).
“L’Italia puo’ contare oggi su circa 648mila impianti
fotovoltaici ed e’ il terzo paese al mondo (dopo Germania e
Cina) per la produzione di energia solare”, si legge nella
nota, “l’utilizzo dei droni per il controllo dei parchi solari,
percio’, rappresentera’ nel prossimo futuro un’innovativa
soluzione per verificarne l’efficienza reale e anche una nuova
opportunita’ di business”.
Il drone “PPL612F” e’ un esacottero (cioe’ un multirotore
dotato di 6 eliche), con un peso massimo al decollo di 4,95 kg
ed un’autonomia massima di 40 minuti di volo. E’ una delle 4
configurazioni di questa nuova macchina volante, progettata da
Nimbus per rispondere alle esigenze delle applicazioni
business.
“Il drone ha spiccate caratteristiche di sicurezza (telaio
monoblocco in materiale inoffensivo, protezione delle eliche,
doppia avionica ridondante, sistema di terminazione del volo)
per favorirne l’impiego in ambito professionale, nel rispetto
delle norme sulla sicurezza del lavoro”, spiega ancora la nota,
“la configurazione per le attivita’ nel settore del
fotovoltaico e’ dotata di sensori nella banda del visibile e
dell’infrarosso”. In collaborazione con il Solar Tech Lab del
Politecnico di Milano, e’ stato anche sviluppato un sofisticato
algoritmo capace di incrociare le informazioni raccolte in volo
dal drone con i dati elettrici dell’impianto, al fine di
ottenere informazioni precise sull’efficienza e sui pannelli
guasti da manutenere o sostituire. Il modello-base “Nimbus
PPL612” e’ stato studiato anche per altre applicazioni
professionali, tra cui il controllo delle grandi infrastrutture
stradali (come ponti e viadotti) e gli interventi nelle
emergenze. (AGI)
.

(AGI) – Roma, 23 apr. – Esattamente cento anni fa, nel 1915,
Einstein presentava all’Accademia prussiana delle scienze la
sua teoria della relativita’ generale. Un secolo piu’ tardi,
l’astronauta americano Scott Kelly e’ nella Stazione spaziale
internazionale, dove restera’ per un anno. Al suo ritorno sara’
un “pochettino” piu’ giovane del gemello identico Mark, rimasto
a terra. E’ proprio cio’ che prevede il celebre “paradosso dei
gemelli” della teoria di Einstein.
La teoria della relativita’ sembra difficile perche’ e’
controintuitiva: com’e’ possibile che sulla Stazione spaziale
il tempo scorra piu’ lentamente, e che l’orologio biologico di
Scott resti indietro rispetto a quello di Mark? In realta’ le
idee che hanno ispirato Einstein sono semplici, e ora tutti
possono capirle grazie a RelativitApp, l’applicazione per iPad
e tablet Android ideata da Tullio Regge, grande scienziato
recentemente scomparso, insieme a Federico Tibone, divulgatore
e autore multimediale.
RelativitApp spiega con animazioni ed esperimenti
interattivi la teoria di Einstein e le sue conseguenze
sorprendenti: orologi che vanno piu’ lenti, metri che si
accorciano, la luce che devia vicino alle stelle e lo spazio
curvato dalla gravita’. Con poca matematica – nulla piu’ del
teorema di Pitagora – e tante immagini che fanno ragionare.
Il Racconto animato illustra la storia delle idee che
stanno dietro la teoria e i concetti di base della relativita’
ristretta e generale. Nel Laboratorio si simulano, toccandoli
letteralmente con mano, esperimenti storici (come quello di
Michelson e Morley sul vento d’etere) ed esperimenti
concettuali (come la caduta libera dentro un ascensore che
precipita in un pozzo senza fine).
Nei Paradossi si risolvono le contraddizioni apparenti
della teoria, come nel caso dei gemelli, e si capisce ancor
meglio perche’ la relativita’ sembri sfidare il senso comune.
Ci sono 80 Test a scelta multipla per mettersi alla prova,
con spiegazioni per ogni risposta sbagliata. Infine, per chi
ama la matematica, c’e’ la derivazione animata delle principali
Formule della relativita’ speciale.
RelativitApp e’ disponibile su iTunes e Google Play, con
una demo gratuita e l’acquisto in-app della versione completa a
4,99 euro. (AGI)

(AGI) – Roma, 23 apr. – Novita’ per WhichApp, la risposta ‘made
in Italy’ a Whatsapp: dopo aver superato i 250mila utenti in
poche settimane e con una media di oltre 1 milione e mezzo di
messaggi scambiati ogni giorno, e’ in rampa di lancio un
aggiornamento che permettera’ un’esperienza “rivoluzionaria”
nella messaggistica. Tra pochi giorni debuttera’ ‘WhichAppNow’
che offrira’ la possibilita’ di “condividere il proprio
sguardo” con amici e familiari. WhichAppNow, dell’azienda
italiana ACS Group (Asset Consulting Service), “promette di
evolvere il concetto di condivisione in un modo piu’ intimo e
personale”, ha annunciato la societa’ in un comunicato.
“Progettare e sviluppare un’app che vada a competere con
colossi presenti sul mercato da qualche anno e’ un’impresa
titanica”, ha spiegato Vincenzo Galizia, CEO di ACS Group.
“Questo significa avere uno sguardo attento ai trend del
mercato e giocare d’anticipo. WhichAppNow e’ la prima vera
innovazione nel campo della messaggistica. Siamo orgogliosi di
annunciarla in Italia, vista la fiducia e il successo che il
mercato ci ha accordato. Ovviamente il servizio, cosi’ come
l’app, sara’ disponibile in tutto il mondo su piattaforma Apple
e Android”. (AGI)
.

(AGI) – Roma, 22 apr. – Google festeggia la 45esima Giornata
dell Terra 2015 con un doodle che si trasforma in un quiz
interattivo per scoprire quali sia l’animale piu’ simile a noi.
Basta cliccare sul doodle, che oggi ha assunto la forma del
globo terrestre, e rispondere a semplici domande su abitudini e
interessi personali per ottenere la risposta. L’Earth Day e’
ricordato ogni anno dal motore di ricerca, la prima volta fu
nel 2007 con un doodle dedicato allo scioglimento dei ghiacci
polari. Il compleanno della terra, indetto dalle Nazioni Unite,
e’ celebrato in 192 paesi contemporaneamente e da oltre 1,1
miliardi di persone e ogni anno si efsteggia a poco piu’ di un
mese dall’equinozio di primavera. (AGI)
.

(AGI) – Milano, 21 apr. – Denon lancia in Italia a 139 euro il
nuovo Envaya Mini, lo speaker Bluetooth dallo stile tipico del
fratello maggiore e dalla medesima qualita’ del suono in una
struttura piu’ compatta, colorata e resistente all’acqua.
Envaya Mini e’ dotato di una batteria con durata fino a 10
ore e un altoparlante che include un sistema automatico di
cancellazione del rumore. Il design di Envaya e’ stato traslato
nel Mini: e’ posizionabile sia in orizzontale sia in verticale
ed e’ disponibile in colore nero con tessuto blu o bianco con
tessuto arancione. E’ resistente all’acqua ed e’ dotato di una
custodia che permette di portarlo ovunque.
L’implementazione della tecnologia brevettata MaxxAudio e
dei doppi driver oversize permette a questo mini dispositivo di
offrire performance di tutto rispetto nonostante le dimensioni
ridotte. Le tecnologie di elaborazione digitale del suono DSP
offrono una resa sulle alte frequenze e un’immagine 3D estesa
con un suono avvolgente ed estremamente controllato. La
tecnologia aptX Bluetooth consente lo streaming con qualsiasi
dispositivo intelligente compatibile. La tecnologia NFC
permette il collegamento in un batter d’occhio. Qualsiasi
dispositivo audio bluetooth abilitato puo’ essere accoppiato
automaticamente con Envaya Mini. Nessun tasto da
premere, nessuna attesa per la ricerca del dispositivo, ma in
un istante si ha tutto lo streaming in alta qualita’. Oltre
alla riproduzione di musica, Envaya Mini e’ ideale per le
persone che vogliono giocare o guardare video sui propri
dispositivi. La latenza di appena 32 millisecondi consente di
non avere problematiche di sincronizzazione con lo standard di
streaming Bluetooth. (AGI)
.

{tab=Presentazione}

Roma, 7 maggio 2015  ore 9.00

Le giornate di formazione gratuita propongono l’approfondimento di temi di interesse per quanti operano a “regola d’arte” nel settore elettrotecnico ed elettronico.

E’ di recente pubblicazione la Guida CEI 99-4 che sostituisce la vecchia 11-35 avente per oggetto l’esecuzione di cabine elettriche MT del cliente/utente finale. La nuova edizione tiene conto delle numerose e recenti novità normative aventi per oggetto componenti, apparati ed impianti in MT, tra cui la recentissima edizione della CEI EN 61936-1 e la CEI EN 50522. La Guida è un utile strumento di lavoro per progettisti e costruttori di cabine MT (< 35 kV)  

Nel contesto degli obiettivi nazionali di risparmio energetico, le tecnologie elettriche devono svolgere un ruolo di primo piano. Il processo in atto non può che condurre all’introduzione di nuovi strumenti normativi volti all’attuazione di politiche correttive del consumo e della produzione energetica.

La seconda relazione esamina questi aspetti con riferimento a specifici esempi applicativi nell’ambito dei gruppi di continuità statici ad alta efficienza e dell’applicazione del Regolamento UE n. 548/2014 ai trasformatori elettrici di potenza fino all’alta tensione. Le politiche energetiche impongono una significativa riduzione delle perdite nella rete elettrica. A tal fine un nuovo sistema tariffario, a partire dal 2016, penalizzerà gli utenti con potenza superiore a 16,5 kW e cosφ inferiore a 0,95. Sarà pertanto necessario intervenire sugli impianti esistenti riconsiderando le problematiche connesse al rifasamento degli impianti stessi.

La terza relazione in programma tratta il rifasamento dai seguenti diversi punti di vista: beneficio tariffario, risparmio energetico, aspetti di progettazione ed installazione. Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco tratterà i criteri di progettazione degli impianti elettrici di illuminazione di emergenza alla luce delle regole tecniche emanate dal Ministero dell’Interno e delle norme tecniche CEI ed UNI applicabili, tenendo conto delle procedure di valutazione dei rischi ai sensi del D.Lgs. 81/08.

L’ultima relazione riguarda l’evoluzione normativa dei sistemi di protezione dai “rischi elettrici” del paziente nei locali ad uso medico ed assimilati, dalla norma CEI 64-4 prima ed. del 1973 alla ultima variante V2 della norma CEI 64-8 in fase di pubblicazione. In particolare si valuterà l’impatto sulle strutture sanitarie che si trovano a gestire impianti preesistenti alla V2.

 

Scarica la locandina dell’evento

 

Questo Convegno fa parte del sistema della Formazione Continua dell’Ordine dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati e dà diritto all’attribuzione di 6 crediti CFP

 

{tab=Agenda}

 

Ore 8.30 Registrazione dei partecipanti
Ore 9.00 Saluto della Direzione CEI
Saluto Autorità
Ore 9.30 Progettazione, costruzione ed esercizio delle cabine elettriche d’utente con
riferimento alle novità introdotte dalla nuova edizione della Guida Tecnica CEI 99-4
Per. Ind. Vincenzo Matera
Segretario CT 44 del CEI
Ore 10.20 Il ruolo delle tecnologie elettriche nelle prestazioni energetiche D.Lgs. 4 luglio 2014,
n. 102: prestazioni dei sistemi elettrici. Trasformatori di potenza e Sistemi statici di continuità
Prof. Angelo Baggini
Docente Università di Bergamo
Ore 11.10 Intervallo
Ore 11.45 Il contributo dell’elettrotecnologia alla prestazione energetica con particolare riferimento
ai dettami del decreto legislativo 4 luglio 2014 n.102.
Rifasamento: nuovi obiettivi e problematiche tecniche di progettazione ed installazione
Prof. Giuseppe Cafaro
Docente Politecnico di Bari
Ore 12.35 Dibattito
Ore 13.15 Intervallo
Ore 14.30 Criteri di sicurezza antincendi per la progettazione degli impianti di illuminazione di
emergenza
Rappresentante CNVVF
Ore 15.15 Evoluzione dei sistemi di protezione dai rischi elettrici nei locali ad uso medico.
Dalla Norma CEI 64-4 alla variante V2 della Norma CEI 64-8
Ing. Salvatore Siracusa
Vice Presidente CT 64 del CEI
Ore 16.15 Dibattito
Ore 17.00 Chiusura dei lavori

 

 

 

{tab=Relatori}

Prof. Angelo Baggini
Docente Università di Bergamo

Visualizza CV


Prof. Giuseppe Cafaro
Docente Politecnico di Bari

Visualizza CV


Ing. Salvatore Campobello
Membro CT 64 del CEI

Visualizza CV


Vincenzo Matera
Segretario CT 44 del CEI

Visualizza CV


Ing. Salvatore Siracusa
VicePresidente CT 64 del CEI

Visualizza CV


{tab=Partners}

{loadposition SponsorConvegni2015RM}

 

{tab=Come raggiungerci}

UNIVERSITA’ SAPIENZA
Aula Magna
Piazzale Aldo Moro 5

 

{loadposition LocSapienza-Roma}

Se non visualizzi correttamente la mappa o se non è centrata sul punto di interesse, premi il tasto F5 per ricaricare la pagina.

 

 

 

 

{tab=Registrazione}

Le iscrizioni sono chiuse.

 

{/tabs}

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-bidi-font-family:”Times New Roman”;
mso-bidi-theme-font:minor-bidi;}

Dalle fiabe al cioccolato: dal 2 aprile ritornano i laboratori: passione a portata di mano, per grandi e piccoli.
 

C’è un posto, nei sogni, popolato da fate ed eroi, buoni che prevalgono sui cattivi, elfi e renne, un’isola felice dove Babbo Natale esiste davvero e fa giocare i vostri figli a casa sua. Ora pensate a quel luogo e immaginate un trionfo di cioccolato, quello buono, genuino, artigianale, pronto per essere scoperto e gustato da golosi di ogni età.

 

Sulla scia di una tradizione ormai consolidata di eventi per famiglie e per bambini, dalla tradizionale Notte di Fiaba e della più recente, gettonatissima Casa di Babbo Natale, Riva del Garda ospita dal 2 al 6 aprile la seconda edizione di Chocomusic, musica per il palato! – La grande festa del cioccolato artigianale, evento organizzato dal Corpo Bandistico Riva del Garda in collaborazione con Garda Trentino, Consorzio Riva in centro e Chocomoments e il patrocinio del Comune di Riva.

 

Teatro dell’evento è la centralissima Piazza Cesare Battisti, dove i maestri cioccolatieri vi aspettano con un ricco programma di appuntamenti per presentare il vero cioccolato artigianale. Una struttura in gazebo sarà la sede de “La Fabbrica di cioccolato” con i suoi macchinari per mostrare tutte le fasi della lavorazione del cioccolato artigianale: dalla fava di cacao tostata alla creazione del cioccolatino.

 

Nello spazio a loro dedicato, i bambini saranno dotati di tutto l’occorrente per cimentarsi nella realizzazione di cioccolatini e lavoretti con il cioccolato. Gli adulti avranno la possibilità di partecipare al corso che permetterà loro di conoscere meglio il cioccolato, un viaggio alla scoperta delle origini del cacao e del cioccolato, con testimonianze dirette dall’America Latina e con la possibilità di creare vere e proprie praline e cioccolatini artigianali.

 

Bambini più cioccolato uguale felicità. Un’equazione semplice e immutabile, che gli organizzatori di Chocomusic non potevano non considerare nel programma dell’evento. Già sperimentati con successo da Chocomoments, tornano anche a Riva del Garda i “Baby Ciok”, festosi laboratori che vedranno i giovanissimi partecipanti muniti di grembiuli, cappellini, guanti, attrezzi per la lavorazione e formine da riempire di cioccolato. Appuntamento con Baby Ciok tutti i giorni, da giovedì 2 aprile al giorno di Pasquetta, dalle 15.30 alle 17.00. Chi non riuscirà ad essere puntuale, non avrà molto di cui preoccuparsi: nessuno chiuderà la porta a chiave.

 

Roma Capitale finalmente raccoglie l’appello dell’AIG. Dipendenti in cassa integrazione dal gennaio 2011.
 

"Finalmente – afferma Anita Baldi, Presidente Nazionale dell’Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù – qualcuno rimette al centro di un progetto politico credibile una soluzione per l’Ostello della Gioventù a Roma, qualcuno interviene per il rilancio del turismo giovanile, studentesco e sociale a Roma.

 

…Noi, a ragione, chiediamo e riteniamo che l’AIG, che ha gestito per decenni la struttura del Foro Italico e ha provato in ogni modo con le Istituzioni romane a cercarne una alternativa, possa e debba essere il soggetto con cui dialogare e lavorare per questa opportunità. Ciò, rimarcando che tuttavia non sarà sufficiente per accogliere le migliaia di giovani che vorrebbero venire a Roma ma che, costantemente, desistono dall’idea. Ed è anche per questo che con la stessa attenzione vanno valutate le ipotesi di Santa Maria della Pietà e del Forlanini, su cui stiamo lavorando da tempo".

 

"Abbiamo più volte spiegato – prosegue il Presidente Baldi – che per l’AIG aver dovuto lasciare l’Ostello del Foro Italico ha significato in questi anni una seria, improvvisa e costante penalizzazione: intanto la perdita diretta, e appunto di colpo, di oltre 100.000 presenze l’anno, quelle assicurate ogni anno dalla struttura: di queste, da precisare, oltre il 75 % fatte di stranieri, turismo giovanile proveniente da ogni parte del mondo…

 

Dunque, giovani stranieri giù. Economie, idem. Perdita di entrate. Perdita di associati. E anche perdita di prestigio, visto che Roma, tra le grandi capitali europee, è dal 2010 l’unica priva di Ostello… Quindi, e non ultima, l’inevitabile cassa integrazione in deroga attivata per i dipendenti dell’Ostello nel gennaio 2011, con notevole nocumento alle casse dello Stato.

 

Roma attende da tempo un rilancio come meta di turismo giovanile. Nonostante il trend generale del turismo sia qui positivo, la Caput Mundi non è, infatti, altrettanto attrattiva quale città meta giovanile, come Londra, Parigi, Amsterdam, Berlino, Barcellona…".

Un modo diverso di fare turismo, un’esperienza a tu per tu con la natura da condividere con tutta la famiglia.

Se le spiagge della Liguria offrono tante occasioni per trascorrere una giornata in famiglia, non da meno è il mare, dove il turismo diventa un’esperienza più autentica e coinvolgente, ludica ma al tempo stesso istruttiva.

 

In alcune delle più suggestive località costiere della regione, il pescaturismo permette di vivere un’esperienza a stretto contatto con il mondo marino, trascorrendo con la famiglia una giornata a bordo di pescherecci dove è possibile pescare insieme a pescatori professionisti e addentrarsi alla scoperta di cale, calette e baie meravigliose.

 

Strettamente connesso al pescaturismo, l’ittiturismo ne integra l’offerta con una serie di servizi a terra come la ristorazione a base di specialità regionali o locali, ma anche attività ricreative e culturali incentrate sulla valorizzazione degli ecosistemi marini e dell’attività della pesca.

 

Il pescaturismo è proposto, dal 10 aprile al 15 novembre, dalla Cooperativa Pelagica che organizza escursioni di mezza giornata in partenza, di buon mattino, dal porto di Sestri Levante, a bordo della “Santa Maria di Nazareth”: al sorgere del sole, rotta in mare aperto per salpare le reti calate il giorno prima e conoscere i segreti della pesca artigianale, un mestiere nobile legato a una delle tradizioni più solide dell’uomo. L’esperienza di pescaturismo offerta dalla Cooperativa Pelagica è anche un’ottima occasione per rilassarsi al sole, mangiare buon pesce e godersi un bagno in una caletta tra gli scogli.

Flag Counter

Video Games