Newsletter

Video News

Oops, something went wrong.
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Roma, 10 mag. – “Leggo tutti i discorsi del Santo Padre, se continuera’ a parlare cosi’ anch’io che sono comunista ricomincero’ a pregare. E non lo dico per scherzo”. Lo ha detto Raoul Castro, presidente della repubblica di Cuba, al termine dell’incontro con il premier Matteo Renzi. “Quando il Papa verra’ a Cuba, prometto di assistere a tutte le messe che celebrera’”, ha aggiunto Castro. (AGI)

(AGI) – Roma, 10 mag. – “Chi poteva immaginare che la ‘dittatura dei Castro’, come alcuni la chiamano, potesse obbligare un popolo a resistere quanto ha resistito il popolo cubano”. Lo ha detto il presidente della Repubblica di Cuba, Raoul Castro, al termine dell’incontro con il presidente del consiglio Matteo Renzi. (AGI) .

(AGI) – Pesaro, 10 mag. – “Non vedo rischio di una scissione, perche’ sia Bersani che Speranza hanno detto di voler rimanere nel Pd: e’ casa loro, come casa nostra”. Lo ha detto il ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi, che sta partecipando a Pesaro a un dibattito a sostegno di Luca Ceriscioli, candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione Marche. Rispondendo a una domanda sulla situazione in casa dem, il ministro si e’ anche detta convinta che la fuoriuscita di Civati “resta un caso isolato” e che “non lo seguiranno nei territori”. “A Roma e’ successa la stessa cosa delle Marche, dove un pezzo di partito non ha rispettato il volere della maggioranza”, ha detto la Boschi, facendo un riferimento alla candidatura del presidente regionale uscente, Gian Mario Spacca, che dal centrosinistra e’ passato al centrodestra. “Quando in un gruppo e’ impossibile trovare unanimita’ non ci si puo’ fermare – ha aggiunto -, ma si procede a maggioranza”.� “Civati – ha ricordato il ministro per le Riforme -, da quando ha perso le primarie, ha iniziato a votare contro Pd e governo: questa non e’ un’idea di comunita’. Si rispettino la comunita’ e le regole – ha chiesto – e si lavori per il candidato Pd, anche a regionali, e noi, nelle Marche, andiamo avanti con Luca Ceriscioli. Io rispetto il 10% che la pensa diversamente da me – ha aggiunto Boschi – ma forse sono loro che non rispettano il 90% che la pensa diversamente”. Quanto alle riforme, il ministro Boschi ha concluso: “non le faranno ne’ Salvini, ne’ Grillo”, ma “tocca noi”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 10 mag. – “Ho parlato bene del Presidente Obama, e’ un uomo onesto, l’ho detto ai capi di Stato Sudamericani, e ho piacere a ripeterlo qui da voi”. Lo ha detto il presidente della Repubblica di Cuba, Raoul Castro, dopo l’incontro con il presidente del consiglio Matteo Renzi. “Ha detto che togliera’ Cuba dalla lista degli stati terroristi, ancora non e’ avvenuto. Ma sappiamo che il presidente americano non ha la maggioranza nelle due Camere. Nei prossimi giorni sapremo”, ha aggiunto Castro, secondo il quale “il 75 per cento dell’attuale popolazione di Cuba e’ nato sotto l’embargo. E ho detto ad Obama che quando l’embargo americano fu decretato, lui non era ancora nato”. “Ho letto diverse sue biografie e, nel corso dell’incontro, ho detto ad Obama ches e lui agisce cosi’ oggi, e’ per via delle sue umili origini. Il blocco comunque esiste ancora, l’embargo e’ ancora li’, ma come sapete il presidente americano non ha la maggioranza al Congresso. Quindi i nostri rapporti sono ottimi”, ha aggiunto Castro. “Noi veniamo accusati di non rispettare i diritti umani. Ma chi li rispetta nel mondo? Da noi la salute e’ un diritto per tutti, come l’istruzione. Riconosciamo di aver compiuto degli errori, ma i diritti umani non devono essere strumentalizzati per la mala politica”, ha detto ancora il presidente Cubano, che ha “rivolto un invito ufficiale al presidente del Consiglio perche’ si rechi a Cuba, quat’anno. Io ho accettato di venire un solo giorno, ma non in visita ufficiale affinche’ io riesca a visitare questo magnifico Paese che e’ l’Italia”. “Stiamo cercando di migliorare il nostro sistema politico sociale e culturale. Ma e’ molto difficile farlo senza shock, senza lasciare nessuno per la strada”, ha concluso Raoul Castro. (AGI) .

Capcom ha pubblicato sul canale YouTube dedicato due video di gameplay dedicati ai personaggi di Virgil e Trish in Devil May Cry 4: Special Edition.

Come annunciato, Vergil e Trish, assieme a Lady (di cui a questo punto ci aspettiamo un trailer dedicato) si aggiungeranno a Dante come personaggi giocabili nella versione remaster di Devil May Cry 4.

Virgil e Trish in Devil May Cry 4

Lo stile di gioco di Vergil riprende molto dal suo repertorio visto in Devil May Cry 3: Special Edition, ma con alcune gradite aggiunte.
Le armi di cui disporrà sono la sua iconica Yamato,la Force Edge e i guanti Beowulf. Da bravo purista delle armi bianche, non disporrà di armi da fuoco ma preferirà evocare delle lame di luce da scagliare verso i nemici.

Abbiamo già visto Trish come personaggio extra sbloccabile in Devil May Cry 2, nel nuovo gioco la vediamo tornare con la famosissima spada Sparda (che potrà anche lanciare), le pistole Ombra e Luce, nonché l’arma mutaforma Pandora.

Ricordiamo che Devil May Cry 4: Special Edition sarà disponibile il 18 giugno per PlayStation 4, Xbox One e il 24 giugno per PC.

(AGI) – CdV, 10 mag. – Papa Francesco ha fatto oggi gli auguri a tutte le mamme del mondo e invitato la folla di piazza San Pietro a pregare perche’ Maria le protegga. Lo ha fatto ricordando l’odierna Festa della Mamma dopo la preghiera del Regina Coeli. “Oggi in tanti Paesi – ha detto – si celebra la festa della mamma: ricordiamo con gratitudine e affetto tutte le mamme, affidandole alla Mamma di Gesu’, quelle che vivono con noi fisicamente e quelle che ci sono vicine spiritualmente. A tutti auguro una buona domenica, un po’ calda. E per favore – ha concluso – non dimenticatevi di pregare per me”. Papa Francesco ha poi incoraggiato le iniziative a sostegno della vita che si svolgono in questi giorni, tra le quali c’e’ anche la Marcia per la vita giunta alla quinta edizione. “Saluto – ha detto – quanti hanno preso parte all’iniziativa per la vita svoltasi questa mattina a Roma: e’ importante collaborare insieme per difendere e promuovere la vita”. “Ognuno di noi puo’ farsi prossimo verso il fratello e la sorella che incontra” compiendo “gesti di vicinanza a un anziano, a un bambino, a un ammalato, a una persona sola e in difficolta’, senza casa, senza lavoro, immigrata, rifugiata”, ha poi affermato Francesco che alla preghiera del Regina Caeli ha chiesto aiuto “a nostra Madre Santissima, perche’ nella vita quotidiana di ognuno di noi l’amore di Dio e l’amore del prossimo siano sempre uniti”. Il Papa ha infine reso onore al Corpo Forestale, una forza di polizia autonoma e specializzata che potrebbe presto essere accorpata alle altre. Lo ha fatto senza citare la legge approvata dal Senato il 28 aprile, ma le sue parole hanno certamente rappresentato un incoraggiamento per gli uomini che operano spesso nelle zone piu’ impervie. “Saluto – ha detto Bergoglio dopo il Regina Caeli – il Corpo Forestale dello Stato, che organizza la festa nazionale delle Riserve Naturali per la riscoperta e il rispetto delle bellezze del creato”. Il Papa ha salutato anche i partecipanti al Convegno promosso dalla Conferenza Episcopale Italiana “a sostegno di una scuola di qualita’ e aperta alle famiglie” e la delegazione di donne della “Komen Italia”, associazione per la lotta ai tumori del seno. (AGI) .

(AGI) – Roma, 10 mag. – Un A321 della Etihad Airwais con a bordo 128 passeggeri e sette membri dell’euipaggio e in volo dal Cairo ad Abu Dhabi e’ stato fatto atterrare in una base militare a Dubai per non meglio precisate “ragioni di sicurezza”. Lo ha comunicato la compagnia aerea, citata dal quotidiano “Khaleej Times”. Dopo l’atterraggio, nella base militare Al Minhad, i passeggeri sono stati fatti uscire dall’aereo e controllati insieme al bagaglio. Poi sono stati trasportati in autobus all’aeroporto internazionale di Abu Dhabi. (AGI)

(AGI) – CdV, 10 mag. – Papa Francesco ha donato a Raul Castro una medaglia con l’immagine di San Martino che riveste un povero con il suo mantello. “San Martino che con il mantello copre il povero e’ un’intuizione di quello che dobbiamo fare: dobbiamo coprire la miseria della gente e poi promuovere la gente. Mi piace molto regalare questa immagine perche’ e’ un segno di buona volonta’”, ha detto Bergoglio al presidente, al quale ha donato a anche l’esortazione apostolica “Evangelii gaudium”, che e’ il documento programmatico del suo Pontificat. “Questo e’ il testo dove ci sono alcune di quelle dichiarazioni che a lei piacciono”, gli ha detto accennando al fatto che il testo ha “una parte religiosa e una parte sociale”. Da parte sua, Raul Castro ha donato a Francesco una medaglia commemorativa dei 200 anni della cattedrale dell’Avana. “Di queste medaglie ce ne sono solo 25, e una e’ questa”, ha spiegato. A Francesco Castro ha consegnato poi anche un quadro del cubano Kacho,che raffigura una croce realizzata con barconi come quelli che trasportano i migranti e con davanti una persona inginocchiata a pregare: il quadro, hanno detto i rappresentanti cubani, realizzato espressamente per la visita, e’ ispirato al viaggio fatto nel luglio 2013 dal Papa a Lampedusa. Kacho era presente nella delegazione e Castro ha potuto presentarlo a Bergoglio. “Ho preso ispirazione dall’attenzione del Papa per i migranti”, ha confidato ai giornalisti Kacho che l’anno scorso aveva fatto una mostra al al Palazzo della Cancelleria, a Roma, e aveva scritto al Papa che gli aveva risposto. Lasciato il Vaticano, il Presidente Castro ha raggiunto Palazzo Chigi dove alle 11 e’ stato accolto dal premier Matteo Renzi. San Giovanni Paolo II aveva ricevuto il fratello di Raul, Fidel Castro, nel 1996 e nel 1998 aveva compiuto uyno storico pellegrinaggio a Cuba, seguito da Benedetto XVI nel 2011, quando ad accoglierlo c’era gia’ il presidente Raul ma anche Fidel pote’ incontrare Ratzinger. “La Chiesa cattolica cubana – ricorda oggi il sito specializzato Vaticaninsider – gia’ da molti anni sostiene il processo di dialogo per favorire l’apertura di Cuba al mondo e del mondo a Cuba, per usare un’espressione di Giovanni Paolo II. L’iniziativa per il disgelo con gli Stati Uniti e’ stata portata avanti dalla Santa Sede in piena sintonia con i vescovi del luogo guidati dal cardinale Jaime Lucas Ortega y Alamino, chiedono al governo dell’Avana la possibilita’ di costruire nuove chiese, di facilitare la possibilita’ di comunicazione e di trasporto, e sperano anche di poter avere un accesso ai mezzi di comunicazione che non si riduca a qualche quarto d’ora all’anno”. Per il sito, l’incontro di oggi e la prossima vista di Bergoglio nell’isola il prossimo settembre, durante lo stesso viaggio che lo portera’ significativamente anche a Washington, alla Casa Bianca e al Congresso, sono tappe di un percorso. Nella storia recente dei rapporti tra il Vaticano e Cuba, questi appuntamenti sono stati sempre segnati da concessioni da parte del governo cubano, come fu per la reintroduzione del giorno festivo del Natale, annunciata alla vigilia del viaggio di Giovanni Paolo II nell’isola caraibica”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 10 mag. – “Diverse persone”, secondo alcune fonti di stampa tre, sono morte in una sparatoria la notte scorsa nel Cantone di Argovia, a nord-ovest di Zurigo. Secondo quanto riferito dalla Bbc, la sparatoria, avvenuta a Wurenlingen, nel distretto di Baden, non e’ legata al terrorismo, ma sarabbe stata originata da una dusputa familiare. Tra le vittime ci sarebbe anche la persona che ha sparato. La polizia ha trovato dei cadaveri sia all’interno di un edificio che all’esterno. (AGI) .

(AGI) – CdV, 10 mag. – L’incontro tra Francesco e Raul Castro e’ durato circa un’ora, al termine della quale i due interlocutori si sono salutati con una lunga stretta di mano. Il presidente cubano ha espresso gratitudine a Bergoglio per il prezioso aiuto della Santa Sede nelle trattative per la normalizzazione delle relazioni tra Cuba e gli Stati Uniti. “Ho ringraziato il Santo Padre per il suo contributo al riavvicinamento tra Cuba e gli Stati Uniti”, ha detto lo stesso Castro, uscendo dall’Aula Nervi. “Nel colloquio – ha spiegato padre Federico Lombardi portavoce della Santa Sede – si e’ parlato anche dell’accoglienza che verra’ data dai cubani al Papa” nella visita del prossimo settembre. (AGI)

Flag Counter

Video Games

Oops, something went wrong.