Newsletter
Video News
Oops, something went wrong.
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Se siete amanti di mezzi pesanti, trasporti eccezionali e condizioni di guida estreme, allora Spintires: MudRunner, primo capitolo della serie Spintires ad essere disponibile oltre che su PC anche su Playstation 4 e Xbox One, potrebbe essere il gioco adatto a voi. Caricare e trasportare tronchi in segheria potrebbe sembrare un obiettivo relativamente semplice da raggiungere, ma non in questo simulatore: camion da riparare, carburante esaurito, fiumi da guadare e asfalto quasi completamente inesistente saranno sempre lì pronti a mettervi i tronchi tra le ruote.

Spintires: MudRunner

Il gioco di Saber Interactive appare ben strutturato e capace di divertire gli amanti di questo genere: 19 veicoli fuoristrada diversi, ognuno con specifiche caratteristiche, spingono il giocatore a cercare il percorso più adatto al mezzo che stanno guidando. Gli unici strumenti a disposizione per raggiungere la destinazione saranno infatti una mappa e un bussola, con il percorso tracciato manualmente dal giocatore interagendo con la mappa che, per rendere il tutto più interessante, sarà inizialmente in parte oscurata.

Le modalità di gioco

Le modalità di gioco sono essenzialmente 3: il tutorial, la modalità in single e multi player e, infine, le fide. Il tutorial, è presto detto, permette al giocatore di familiarizzare con i comandi principali e di iniziare quindi a giocare. Nella modalità single player dovremo, a seconda della mappa e della difficoltà scelte, trasportare tronchi fino alle varie segherie che verrano sbloccate con il proseguire del gioco solamente una volta soddisfatte determinate condizioni. La mappa inizialmente apparirà solamente in parte e per rivelarla completamente si dovranno raggiungere, senza poter tracciare un percorso, determinati punti chiamati punti di osservazione. Avremo però bisogno di scegliere il mezzo giusto per ogni azione che vorremo compiere: sulla mappa saranno disponibili diversi veicoli sbloccabili semplicemente raggiungendoli con un altro veicolo ma attenzione, questo non significa che essi siano pronti all’uso, perché potrebbero essere senza carburante o potrebbero dover necessitare di pezzi di ricambio ottenibili solamente da altri veicoli. Una volta portato a termine l’obiettivo principale richiesto potremo tornare al menù principale per affrontare un nuovo scenario e continuare la nostra carriera da autotrasportatori estremi.

Nella modalità multiplayer dovremo comportarci esattamente come nel single player, in cooperativa per un massimo di 4 giocatori, quindi potremo farci aiutare da 3 amici nel raggiungimento degli obiettivi per passare agli scenari successivi.

La modalità sfide contiene 9 mini-scenari con un obiettivo principale e 3 obiettivi bonus che posso essere i più disparati (persino spaventare un determinato numero di uccelli suonando il clacson), che aiuteranno principalmente il giocatore ad approfondire le dinamiche di gioco non presenti nel tutorial prima di cimentarsi con il gioco vero e proprio.

Spintires: MudRunner

Il gameplay

Spintires: MudRunner si presenta come un gioco dal gameplay fluido e dinamico ma che, almeno inizialmente, può dare non pochi problemi nella gestione delle diverse visuali di gioco. I comandi, che all’inizio appaiono un po’ macchinosi, alla lunga si rivelano invece abbastanza intuitivi, complice il fatto che troveremo sempre delle istruzioni a schermo a semplificare le manovre richieste (carico/scarico, riparazioni, traino, rifornimento).

Il comparto tecnico

Seppur non esista una vera e propria colonna sonora, il comparto audio di Spintires: MudRunner risulta ricco di effetti sonori ben inseriti e sincronizzati con le animazioni presenti in gioco, rese molto realistiche dal notevole motore grafico, il che rende il comparto tecnico ben realizzato e integrato nell’intera opera videoludica.

Spintires: MudRunner

Spintires: MudRunner è un simulatore di livello discreto dal gameplay non troppo complicato, ma nemmeno tanto semplice da renderlo un banale gioco di guida. Il comparto tecnico curato e azzeccato, uno svariato numero di veicoli guidabili e obiettivi diversi lo rendono vario e apprezzabile da chi è stufo dei soliti giochi di simulazione. La longevità tuttavia non è delle migliori, in quanto una volta completati tutti gli scenari anche in modalità multiplayer online il giocatore può solamente ricominciare a giocare sulle varie mappe disponibili.

Flag Counter
Video Games
Oops, something went wrong.