Jeep, storico marchio di 4×4 americano, si prepara ad una grande rivoluzione: nel 2020 debutterà la Renegade ibrida plug-in, prima elettrificata del brand yankees. La Renegade, dopo essere stato il primo modello Jeep ad essere costruito fuori dagli USA sarà anche la prima vettura del marchio a vantare una meccanica ibrida.

Lo stabilimento di Melfi che accoglierà la produzione dell’inedito modello e che già produce le Renegade e le Fiat 500X con motori “tradizionali”, ha comunicato di aver già “iniziato le attività propedeutiche alla produzione della Jeep Renegade Plug-in Hybrid Electric Vehicle (PHEV, veicolo ibrido elettrico plug-in)”.

La vettura arriverà sul mercato nel 2020 e il prossimo anno inizieranno i test su strada dei prototipi del veicolo ibrido. Il Gruppo FCA (Fiat-Chrysler) ha deciso di investire qualcosa come 200 milioni di euro per aggiornare l’impianto produttivo di Melfi e formare i dipendenti all’applicazione di questa tecnologia a basso impatto ambientale. Non è stato comunicato un eventuale impatto relativo alla capacità occupazionale della fabbrica.

“Le oltre 742.000 Renegade prodotte in Italia dal lancio ad oggi fanno dello stabilimento di Melfi il posto ideale e della Renegade il prodotto perfetto per il lancio della versione PHEV che rafforzerà ulteriormente l’offerta di questo veicolo che ha già riscosso un grandissimo successo.” ha dichiarato Pietro Gorlier, Chief Operating Officer EMEA Region.

La Jeep Renegade PHEV è per Fiat-Chrysler il primo passo verso l’elettrificazione dell’intero Gruppo italo-americano, come sottolineato nell’ultimo piano industriale 2018-2022 svelato lo scorso giugno da Sergio Marchionne. In questo modo FCA non solo andrà incontro alle richieste del mercato che vede un costate aumento delle vendite di questo tipo di veicoli, ma punta anche a sviluppare un portafoglio di tecnologie e che gli permetteranno di rispondere in maniera efficace a tutte le limitazioni e alle normative in materia di inquinamento. In America, FCA ha lanciato sul mercato la Chrysler Pacifica Minivan PHEV e il RAM 1500 con tecnologia e-Torque mild-hybrid, mentre entro il 2022 metterà a disposizione della clientela internazionale un totale di 12 sistemi di propulsione elettrica (BEV, PHEV, full-hybrid e mild-hybrid) nelle architetture globali, con che si traducono in ben 30 diversi modelli che vanteranno l’utilizzo di uno o più di questi sistemi.

 

Fonte: motori.it

CONDIVIDI