Amazon punta all’Italia

Il piano di Amazon è quello di aprire ben due nuovi hub sulla penisola. Uno poco distante da Torino, a Torrazza Piemonte, a 25 km dal capoluogo piemontese, sarà il più grande. Il secondo sarà a Casirate, in provincia di Bergamo. Assieme i due posti dovrebbero dare vita a 1600 nuovi posti di lavoro nel giro di soli tre anni.

Il centro di distribuzione piemontese è un’opera da ben 60mila metri quadrati, facendone il quarto hub d’Italia. All’azienda statunitense fondata da Jeff Bezos nel 1994 questo progetto costa ben 150 milioni di euro. E da solo questo nuovo posto dovrebbe portare da solo 1200 posti di lavoro.

Da quando arrivata in Italia l’azienda non ha badato a spese. Solo poco tempo fa Amazon ha investito altri soldi per aprire un hub a Vercelli e un altro in provincia di Rieti. Dal 2010, anno del suo approdo sulla penisola, Amazon ha investito ben 800 milioni di euro.

Un’iniziativa che sostiene il territorio

Chiara Appendino, Sindaca di Torino, definisce la decisione di Amazon lungimirante. Si tratta di un’ennesima prova di quanto sia importante e valido investire in Piemonte. La presenza di questo nuovo hub permetterà la nascita di nuovi posti di lavoro, darà respiro all’economia locale e, a lungo termine, aumenterà la vitalità delle imprese locali, andando a beneficio dei consumatori. L’investimento di Amazon nel torinese attirerà gli sguardi e l’interesse di altre grandi aziende e realtà, italiane o straniere, aumentando la visibilità e la fama di questi luoghi.

Massimo Rozzino, sindaco di Torrazza Piemonte, ha sottolineato come l’investimento di Amazon sia un segnale positivo, sostenuto dall’impegno della cittadina di sostenere e accogliere insediamenti produttivi rispettosi dell’ambiente e compatibili con il territorio.

L’hub piemontese sarà robotizzato

In linea con la continua ricerca e crescita tecnologica di Amazon il nuovo hub sarà dotato della tecnologia Amazon Robotics. I robot si occuperanno di spostare e muovere le scaffalature per trasportarle dove sono i dipendenti. Così da sostenere e aiutare i lavoratori.

La decisione di Amazon di aprire il nuovo impianto a Torrazza Piemonte segue la scelta di aprire un centro di ricerca di intelligenza artificiale del 2016, a Torino. La scelta del capoluogo piemontese è stata fatta per la vicinanza con il prestigioso politecnico e la presenza di talenti e appassionati.

La collaborazione tra Amazon e il Piemonte è quindi in continua crescita, puntando sull’innovazione e il territorio di un mercato in continua crescita come quello dell’e-commerce. Torino da molto tempo punta sull’innovazione, grazie a piccole e grandi realtà e diverse manifestazioni e incontri, come l’E-commerceDay 2018, un appuntamento autunnale che si rinnova da anni per tutti gli interessati.

 

Fonte: ecommerceguru.it

CONDIVIDI