Newsletter
Video News
Oops, something went wrong.
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Admin

(AGI) – Londra, 8 mag. – David Cameron e’ a un passo dal suo secondo mandatato a Downing street. La Bbc prevede che il partito dei conservatori, mentre si sta concludendo lo spoglio delle schede, riuscira’ a conquistare 325 deputati sui 650 dei Comuni, ad un solo voto dalla maggioranza assoluta. Un trionfo se il dato sara’ confermato.

Sempre la Bbc assegna allo Scottish National Party di Nicola Sturgeon 55 deputati sui 59 eletti oltre il Vallo di Adriano. Sturgeon, autentica trionfatrice delle elezioni considerando che nel 2010 l’Snp aveva solo 6 deputati. La Scozia 5 anni fa era ancora un feudo laburista con 41 deputati, solo 1 ai conservatori, 11 ai liberal-democratici (i partner di coalizione di David Cameron).

Lo spoglio delle schede vede assegnati finora 501 seggi dei 650 della Camera dei Comuni che, secondo la Bbc, sono cosi’ suddivisi:

– Conservatori 218 (+18)

– Laburisti 200 (-29)

– Scottish National Party 55 (+49)

– Partito Dem. Unionista 8

– Liberal-Democratici 6 (-39)

– Ukip 1 (+ 1)

– Altri 19

I conservatori sono in testa sui laburisti che hanno subito una brutta sconfitta in Scozia, loro feudo tradizionale, dove il Partito Nazionalista Scozzese si e’ accaparrato un gran numero di deputati. Con 55 deputati il partito regionalista scozzese diventa cosi’ la terza forza nel Parlamento di Londra, seguita dal Partito Democratico Unionista dell’Irlanda del Nord con 8 seggi, e i liberaldemocratici di Nick Clegg, che affondano e recuperano solo 6 deputati (Clegg e’ stato confermato per un soffio nel suo stesso seggio ma va verso probabili dimissioni). Gli eredi del glorioso ‘whig’ (che guidarono l’Impero britannico per 200 anni tra il XVII ed il XIX secolo) faceva parte della coalizione di governo con Cameron e in questa legislatura aveva 57 seggi. Fanalino di coda l’ormai ex spauracchio degli eurofobi dell’Ukip di Nigel Farage, fermo ad un seggio.

Il leader conservatore e premier britannico uscente, David Cameron, ha commentato soddisfatto i risultati, ancora parziali del voto, che danno i Tory vittoriosi: “Questa e’ stata chiaramente una notte molto positiva per i conservatori”, ha detto aggiungendo che intende “governare per tutti” i sudditi di Sua Maesta’. Cameron ha annunciato che e’ sua intenzione mantenere unita la Grabn Bretagna ma, allo stesso tempo, attuando il piu’ rapidamente possibile la devoluzione della Scozia. Chiara apertura alla trionfatrice delle elezioni britanniche, la leader dello Scottish National Party, Nicola Sturgeon, che ha finora conquistato 54 seggi sui 59 assegnati oltre il Vallo di Adriano. Nel 2010 lo Snp ne aveva ottenuti solo 6. (AGI)

(AGI) – Roma, 8 mag. – Dire che sia stata una notte di inferno a Fiumicino e’ dire poco, anche perche’ poi le conseguenze si sono trascinate per lunghe ore della giornata che ne e’ seguita. Il tutto per un incendio che per cause sconosciute si e’ sviluppato subito dopo la mezzanotte al Terminal 3, quello dei voli internazionali, dell’aeroporto ‘Leonardo da Vinci’, che si e’ rapidamente riempito di fumo e fiamme. Non ci sono stati feriti, perche’ a quell’ora lo scalo era quasi vuoto. Il personale di servizio presente e stato prontamente evacuato. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che sono rimasti impegnati per ore nelle operazioni di spegnimento.

L’incendio ha interessato un’area di almeno 700 metri che va dalla barriera dei metal detector alla zona commerciale e comprende un gran numero di corridoi e vani di servizio, con grandi quantita’ di cavi elettrici ‘coperti’.

Guarda i Video 12 e le Gallerie Fotografiche 12

Proprio questa estensione dell’area rende impossibile, per ora, sbilanciarsi sulle cause e sul punto di innesco del rogo. Solo nel primo pomeriggio la situazione ha cominciata a tornare verso la normalita’, con la graduale riapertura dello scalo al traffico aereo. Tra i primi aerei sono decollati un volo operato da Delta Airlines per Detroit e un altro di Iberia per Madrid. La societa’ Adr ha messo in campo una task force di quasi 400 addetti per assistere i passeggeri, per le attivita’ di sicurezza e vigilanza e per supportare nelle prime operazioni per il ripristino delle condizioni di agibilita’ al Terminal 3, e’ stato spiegato in una nota. Ma cio’ non ha evitato le polemiche e i le critiche dei passeggeri rimasti per ore a terra.

E disagi anche per quanti usufruiscono del collegamento ferroviario da e per l’aeroporto. Poi, con la riapertura dell’aeroporto e’ stata avviata la ripresa graduale anche dei voli Alitalia sullo scalo romano. Il primo volo decollato e’ stato l’AZ 110 diretto ad Amsterdam. Per assistere i passeggeri Alitalia ha organizzato due task force composte da personale di tutti i livelli e di tutte le aree operative e commerciali, per dare informazioni e assistenza ai passeggeri in partenza e a quelli in transito. I passeggeri hanno diritto alla riprotezione su nuovi voli Alitalia, modificando la propria prenotazione entro domenica 10 maggio, o al rimborso del biglietto in caso di cancellazione. In considerazione dell’inagibilita’ del Terminal 3, Alitalia informa che tutte le operazioni di accettazione per voli nazionali, internazionali e intercontinentali si svolgono al Terminal 1 Alitalia. La Procura di Civitavecchia, competente per territorio, sta seguendo la vicenda. Il procuratore Gianfranco Amendola e’ in attesa di ricevere un primo rapporto da parte della polizia giudiziaria, che sta svolgendo gli accertamenti sul posto. E intanto l’ipotesi di reato formulata dal pm Valentina Zaratto della procura di Civitavecchia e’ quella di incendio colposo contro ignoti. Il magistrato ha anche disposto il sequestro dell’intera area colpita dalle fiamme. La procura e’ comunque in attesa di una informativa su quanto accaduto da parte di vigili del fuoco e Polaria. (AGI) .

(AGI) – Londra, 8 mag. – L’Ukip di Nigel Farage, il partito euroscettico e grande spauracchio di queste elezioni, si avvia a uscire dal voto britannico notevolmente ridimensionato. Mentre ancora non si e’ saputo il risultato nel collegio uninominale di Thanet South, dove il leader Farage corre per un seggio ma viene dato al momento come secondo o terzo (e il Daily Mail lo da’ ormai per sconfitto), per ora lo United Kingdom Independence Party ha ottenuto un solo seggio: e’ fra l’altro una riconferma, quella dell’ex conservatore Douglas Carswell eletto lo scorso ottobre a Clacton, nell’Essex, in un’elezione suppletiva. La votazione si era resa necessaria proprio perche’ Carswell, gia’ parlamentare, aveva abbandonato i Tory, rendendo necessaria secondo la legge britannica una nuova consultazione. Per ora assai ridimensionati, quindi, i sogni di gloria di Farage, che anche nei giorni scorsi aveva detto chiaramente che si sarebbe dimesso dalla guida del partito in caso di mancata elezione nel suo collegio nel Kent. I risultati nel collegio di Thanet South sono in ritardo perche’ l’affluenza e’ stata enorme, oltre ogni aspettativa. Ma qualora fosse confermata la sconfitta, bisognera’ vedere se davvero Farage si dimettera’, anche se i dignitari del partito in queste ore stanno difendendo il numero di voti ottenuti. Il sistema a collegi uninominale infatti premia chi vince nelle singole ‘constituency’, ma non considera il peso di un partito a livello nazionale e la percentuale di preferenze ottenuta. In tutti i seggi chiave per l’Ukip dove si e’ gia’ concluso lo spoglio, la formazione e’ arrivata seconda o terza. Annullato quindi il sogno di Farage, che dopo il successo enorme alle europee del maggio 2014, quando nel Regno Unito prese il 24%, aveva annunciato trionfante di puntare a “una quindicina” di seggi al parlamento di Westminster. Farage chiaramente, in caso di sconfitta, continuera’ a essere europarlamentare a Bruxelles, alleato del Movimento Cinque Stelle italiano. Ma di certo influenzera’ assai meno chi andra’ al governo, per quanto riguarda i temi caldi della formazione eurofobica: dalla volonta’ di uscita dal recinto comunitario al forte contrasto all’immigrazione. E certo, il premier uscente e forse riconfermato David Cameron ha gia’ promesso un referendum “dentro o fuori l’Ue”. Ma con un Ukip fortemente indebolito, anche a livello di immagine, le istanze degli euroscettici all’interno dei Tory si faranno assai indifendibili. (AGI)

Lo sviluppatore Piranha Bytes, creatore di serie cult come Gothic e Risen, ha annunciato Risen 3: Titan Lords – Enhanced Edition sta per rilasciare il suo primo titolo per PlayStation 4.

Deep Silver e Piranha Bytes rilasceranno Risen 3: Titan Lords – Enhanced Edition in formato digitale in tutto il mondo il 21 Agosto 2015 per PlayStation 4. Oltre alla versione digitale, verrà rilasciata anche una versione fisica retail in Germania, Austria, Svizzera, Italia, Francia, Spagna e Paesi Nordici.

Annunciato Risen 3

L’Enhanced Edition offre un livello di qualità grafica paragonabile alle impostazioni “Ultra” del gioco originale rilasciato su PC di Risen 3: Titan Lord, superando ulteriormente gli effetti visivi di quest’ultimo in una serie di aree: con una maggiore risoluzione delle texture su tutta la linea, con l’introduzione di un nuovo stato degli effetti grafici come il “bokeh depth-of-field”, il bloom HDR ed un nuovissimo sistema di nuvole, interamente volumetrico, che aggiunge ancora più spettacolarità ai cieli e ai tramonti nei cicli dinamici giorno/notte di Risen 3.

Björn Pankratz, Project Director di Piranha Bytes, ha dichiarato:

“Con la Enhanced Edition abbiamo la grande opportunità di far conoscere ancora di più, ai gamer che giocano su console,  la nostra abilità nella creazione di mondi suggestivi. Grazie agli aggiornamenti grafici, potranno godere dell’esplorazione di un mondo vivo e che respira più che mai.”

Risen 3: Titan Lords – Enhanced Edition per PS4 comprende tutti gli aggiornamenti e tutti i contenuti aggiuntivi finora rilasciati, inclusi i DLC  “Adventure Garb”, “Fog Island” e “Uprising of the Little Guys”.
La versione PlayStation 4  supporta il Remote Play, lo Streaming, i dispositivi di registrazione e la funzione Share Play.

{tab=Presentazione}

Catania, 4 giugno 2015  ore 9.00

Le giornate di formazione gratuita propongono l’approfondimento di temi di interesse per quanti operano a “regola d’arte” nel settore elettrotecnico ed elettronico.

E’ di recente pubblicazione la Guida CEI 99-4 che sostituisce la vecchia 11-35 avente per oggetto l’esecuzione di cabine elettriche MT del cliente/utente finale. La nuova edizione tiene conto delle numerose e recenti novità normative aventi per oggetto componenti, apparati ed impianti in MT, tra cui la recentissima edizione della CEI EN 61936-1 e la CEI EN 50522. La Guida è un utile strumento di lavoro per progettisti e costruttori di cabine MT (< 35 kV)  

Nel contesto degli obiettivi nazionali di risparmio energetico, le tecnologie elettriche devono svolgere un ruolo di primo piano. Il processo in atto non può che condurre all’introduzione di nuovi strumenti normativi volti all’attuazione di politiche correttive del consumo e della produzione energetica.

La seconda relazione esamina questi aspetti con riferimento a specifici esempi applicativi nell’ambito dei gruppi di continuità statici ad alta efficienza e dell’applicazione del Regolamento UE n. 548/2014 ai trasformatori elettrici di potenza fino all’alta tensione. Le politiche energetiche impongono una significativa riduzione delle perdite nella rete elettrica. A tal fine un nuovo sistema tariffario, a partire dal 2016, penalizzerà gli utenti con potenza superiore a 16,5 kW e cosφ inferiore a 0,95. Sarà pertanto necessario intervenire sugli impianti esistenti riconsiderando le problematiche connesse al rifasamento degli impianti stessi.

La terza relazione in programma tratta il rifasamento dai seguenti diversi punti di vista: beneficio tariffario, risparmio energetico, aspetti di progettazione ed installazione. Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco tratterà i criteri di progettazione degli impianti elettrici di illuminazione di emergenza alla luce delle regole tecniche emanate dal Ministero dell’Interno e delle norme tecniche CEI ed UNI applicabili, tenendo conto delle procedure di valutazione dei rischi ai sensi del D.Lgs. 81/08.

L’ultima relazione riguarda l’evoluzione normativa dei sistemi di protezione dai “rischi elettrici” del paziente nei locali ad uso medico ed assimilati, dalla norma CEI 64-4 prima ed. del 1973 alla ultima variante V2 della norma CEI 64-8 in fase di pubblicazione. In particolare si valuterà l’impatto sulle strutture sanitarie che si trovano a gestire impianti preesistenti alla V2.

 

Scarica la locandina dell’evento

 

Questo Convegno fa parte del sistema della Formazione Continua dell’Ordine dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati e dà diritto all’attribuzione di 6 crediti CFP.
La partecipazione al Convegno dà diritto all’attribuzione di 3 Crediti Formativi per la Formazione Professionale Continua dei Geometri e dei Geometri Laureati della Provincia di Catania.

 

{tab=Agenda}

 

Ore 8.30 Registrazione dei partecipanti
Ore 9.00 Saluto della Direzione CEI
Saluto Autorità
Ore 9.30 Il ruolo delle tecnologie elettriche nelle prestazioni energetiche D.Lgs. 4 luglio 2014,
n. 102: prestazioni dei sistemi elettrici. Trasformatori di potenza e Sistemi statici di continuità
Prof. Angelo Baggini
Docente Università di Bergamo
Ore 10.20 Il contributo dell’elettrotecnologia alla prestazione energetica con particolare riferimento
ai dettami del decreto legislativo 4 luglio 2014 n.102.
Rifasamento: nuovi obiettivi e problematiche tecniche di progettazione ed installazione
Prof. Giuseppe Cafaro
Docente Politecnico di Bari
Ore 11.10 Intervallo
Ore 11.45 Progettazione, costruzione ed esercizio delle cabine elettriche d’utente con
riferimento alle novità introdotte dalla nuova edizione della Guida Tecnica CEI 99-4
Per. Ind. Vincenzo Matera
Segretario CT 44 del CEI
Ore 12.35 Dibattito
Ore 13.15 Intervallo
Ore 14.30 Criteri di sicurezza antincendi per la progettazione degli impianti di illuminazione di
emergenza
Rappresentante CNVVF
Ore 15.15 Evoluzione dei sistemi di protezione dai rischi elettrici nei locali ad uso medico.
Dalla Norma CEI 64-4 alla variante V2 della Norma CEI 64-8
Ing. Salvatore Campobello
Membro CT 64 del CEI
Ore 16.15 Dibattito
Ore 17.00 Chiusura dei lavori

 

 

 

{tab=Relatori}

Prof. Angelo Baggini
Docente Università di Bergamo

Visualizza CV


Prof. Giuseppe Cafaro
Docente Politecnico di Bari

Visualizza CV


Ing. Salvatore Campobello
Membro CT 64 del CEI

Visualizza CV


Vincenzo Matera
Segretario CT 44 del CEI

Visualizza CV


Ing. Salvatore Siracusa
VicePresidente CT 64 del CEI

Visualizza CV


{tab=Partners}

{loadposition SponsorConvegni2015CT}

 

{tab=Come raggiungerci}

HOTEL SHERATON
Centro Congressi
Via Antonello da Messina 45
Aci Castello

 

{loadposition loc-hotelCTSheraton}

Se non visualizzi correttamente la mappa o se non è centrata sul punto di interesse, premi il tasto F5 per ricaricare la pagina.

 

 

 

 

{tab=Registrazione}

{loadposition Reg20150604CT}

 

{/tabs}

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-bidi-font-family:”Times New Roman”;
mso-bidi-theme-font:minor-bidi;}

Flag Counter
Video Games
Oops, something went wrong.