Newsletter
Video News
Oops, something went wrong.
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Admin

(AGI) – Nuoro, 9 mag. – E’ stato massacrato con tre fucilate a pallettoni, una della quali lo ha raggiunto al volto, davanti a un gruppo di coetanei mentre aspettava l’autobus che lo avrebbe dovuto portare a scuola. E’ morto cosi’ alle 7 di ieri nel centro di Orune, in provincia di Nuoro, Gianluca Monni, 19 anni, studente modello figlio di un commerciante di mangimi e di un’operatrice sanitaria.

Un omicidio inspiegabile sul quale tentano di fare luce i carabinieri della compagnia di Bitti e del comando provinciale di Nuoro che in queste ore stanno sentendo decine di persone, soprattutto giovani che la vittima aveva frequentato di recente.

Colpisce le ferocia del killer, che dopo l’omicidio si e’ dileguato in auto con un complice, e colpisce anche l’omerta’ dei giovani di un paese segnato da una sanguinaria faida durata oltre cinquanta anni ma che sembrava da qualche tempo dimenticata. Sette studenti coetanei di Gianluca erano sotto la pensilina dell’autobus al momento dell’agguato mortale ma agli inquirenti hanno detto di non essersi accorti di nulla.

E’ stata invece smentita la voce della presenza della fidanzata di Gianluca, anche lei studentessa, nel luogo dell’agguato. E potrebbe essere proprio un litigio per difendere la ragazza da alcuni bulli – secondo voci che girano in paese – il movente dell’omicidio del giovane studente. Anche se gli inquirenti vagliano anche altre ipotesi. E’ possibile che alla base della furia omicida vi siano screzi e rancori maturati tra coetanei nei bar del paese. “In altri tempi queste cose si risolvevano con una scazzottata mentre oggi e’ sempre piu’ facile procurarsi un’arma”, commenta sconsolato il sindaco di Orune Michele Deserra che si dice sconvolto per un omicidio inspiegabile dopo anni di relativa calma in paese.

Oggi studenti e docenti dell’Istituto Volta di Nuoro, frequentato dalla giovane vittima, si troveranno all’ingresso e, al suono della campanella, osserveranno un minuto di silenzio per ricordare il loro compagno ucciso.

Ieri pochi di loro avevano voglia di commentare l’accaduto mentre tutte le lezioni sono state sospese. La preside dell’istituto Volta Innocenza Giannasi ricorda lo studente della Quinta B come un ragazzo “educato, sereno e partecipe alla vita della scuola”. Dopo l’autopsia, in programma in serata, il corpo di Gianluca Monni verra’ restituito alla famiglia per i funerali. (AGI) .

(AGI) – Manila, 9 mag. – Migliaia di persone sono state evacuate dall’isola di Luzon, nelle Filippine, per l’imminente arrivo del tifone Noul, di categoria 4, con venti di 160. L’ufficio meteorologico ha annunciato un’allerta di tempesta in 19 aree sull’isola settentrionale dell’arcipelago filippine, avvertendo che i forti venti e le piogge intense potrebbero generare onde alte 2,5 metri lungo le coste e frane nelle zone montuose. Oltre 11 mila persone che vivono nella zona del vulcano Bulusan, sono state trasferite in rifugi temporanei, a causa di possibili colate di fango e cenere. La Guardia costiera ha sospesi i servizi di traghetti e quasi 6 mila pendolari sono rimasti bloccati nei porti. (AGI)

(AGI) – Bruxelles, 9 mag. – La Commissione europea approvera’ mercoledi’ prossimo la nuova strategia Ue sulle migrazioni. L’obiettivo del documento, secondo quanto riferiscono fonti comunitarie, e’ quello di affiancare alle misure per affrontare l’emergenza anche alcune iniziative legislative vincolanti di piu’ ampio respiro, con un approccio strutturale alla questione. Si tratta, secondo le indiscrezioni sulla strategia (ancora in corso di elaborazione), di un cambiamento radicale rispetto al passato. La nuova politica migratoria dell’Unione prevede infatti per la prima volta una serie di operazioni per affrontare l’emergenza, e in particolare un meccanismo per aumentare in modo significativo la solidarieta’ fra paesi, anche sull’accoglienza e le richieste di asilo. Quanto alle misure strutturali, dovranno tenere conto del fatto che l’aumento dei mezzi deciso per affrontare l’emergenza comportera’ necessariamente un aumento esponenziale degli arrivi in Italia e negli altri paesi del Mediterraneo. La Commissione pare determinata a sostenere l’Italia e gli altri paesi sottoposti a questa accresciuta pressione migratoria. La nuova strategia verra’ presentata due giorni dopo la riunione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite in cui il capo della diplomazia Ue Federica Mogherini presentera’ la situazione e la sua proposta per un’azione di contrasto ai trafficanti di esseri umani. Il documento dell’alto rappresentante, che lo ha messo a punto su mandato che i capi di Stato e di governo dei Ventotto le hanno dato in occasione del vertice straordinario dello scorso 23 aprile, sara’ poi discussa dai ministri degli Esteri nella riunione della settimana successiva, il 18 maggio. (AGI) .

(AGI) – Washington, 9 mag. – Ancora sotto schock per l’attentato di lunedi’ scorso a Garland in Texas rivendicato da Isisi contro una mostra di vignette su Maometto, ha spinto il Pentagono a rafforarzare le misure di sicurezza a protezione di tutte le basi militari negli Stati Uniti. Lo riferisce la Cnn. Il livello di protezione e’ ora al grado “Bravo”, il terzo in una scala da 1, il minimo (“Normal”), a 5, il massimo (“Delta”) Il Pentagono ha chiarito di non essere a conoscenza di “specifiche minacce” di attentati ma che e’ i rischi sono in generale aumentati. Ad alimentare i timori della Difesa americana il fatto che un jihadista britannico, Junaid Hussan, legato ad dei due attentatori di Garland, entrambi eliminati dalla polizia, ha pubblicato su twitter il nome e l’indirizzo di un ufficiale dell’esercito collegato al programma di addestramento Usa delle forze dell’opposizione in Siria. Questo ultimo sviluppo segue la pubblicazione su twitter, il 22 marzo, di una “kill list” di nomi ed indirizzi di 100 militari Usa, coinvolti nelle operazioni contro lo Stato Islamico in Iraq e Siria. (AGI) .

(AGI) – Canberra, 9 mag. – Sono due gli attentati sventati in Australia, uno a Melbourne, dove e’ stato arrestato un 17enne, ed uno a Sydney, dove e’ stato fermato un 14 enne. Nel primo caso si tratta del figlio di un medico nella cui casa a Greenvale, un sobborgo di Melbourne, sono stati alcuni ordigni improvvisati (Ied) che il giovane aveva progettato di far esplodere domenica. Lo riferisce il quotidiano ‘The Asutralian’ citando l’agenzia locale Aap. Il premier Tony Abbot si e’ limitato a dare notizia di “un arresto” legato ad “una minaccia terroristica molto grave. Ci sono stati raid della polizia a Melbourne e a Sydney. Ci sono le prove di un piano in avanzato stato di preparazione per effettuare un attentato dinamitardo”. La matrice di questo attentato sventato non e’ stata ancora accertata ma l’Australia, dallo scorso anno, e’ stata al centro di diversi piani di attacco ad opera di estremisti islamici che si rifacevano ad Isis. A settembre del 2014 vennero arrestate 15 persone che stavano progettando di organizzare decapitazioni di civili rapiti a caso; lo scorso 18 aprile altri 5 vennero presi prima di riuscire a uccidere poliziotti. Il 15 dicembre scorso, invece, un uomo di origine iraniana si barrico’ in un bar a Sydney e uccise due ostaggi prima del blitz delle forze di sicurezza. L’Australia partecipa ai raid aerei contro Isis della coalizione internazionale a guida Usa, iniziati lo scorso 8 agosto in Iraq. (AGI) .

(AGI) – Roma, 8 mag. – Keith Jarrett compie 70 anni e per l’occasione Ecm sforna due album che racchiudono la versatilita’ della sua arte. “Creation” presenta brani scelti dallo stesso pianista dai suoi concerti in solo durante il 2014 in Giappone, Canada e in Europa. Qui la scelta dei piu’ felici sviluppi improvvisativi non si esaurisce all’interno di una serata ma e’ colta da diversi momenti rivelatori sui palcoscenici di Tokyo, Toronto, Parigi, Roma. Si tratta di una selezione che privilegia i piu’ intensi momenti di ” cantabilita’”, facendone forse l’album piu’ lirico tra le piu’ recenti esibizioni in solo e uno dei piu’ dettagliati documenti della sua abilita’ di forgiare dei costrutti musicali in tempo reale. In parallelo con la fervida attivita’ del trio con Gary Peacock e Jack DeJohnette, con molti concerti in solo famosi per le sue tipiche improvvisazioni, Keith Jarrett si e’ impegnato in molti recital di repertorio classico. Dopo le registrazioni di Bach, Mozart, Handel, dei Preludi e Fughe di Shostakovich e all’importante partecipazione a “Tabula Rasa” e a “Fratres” di Arvo Part, le incisioni dei “Concerti per pianoforte di Barber e Bartok”, rispettivamente a Saarbrucken nel 1984 con la Rundfunk-Sinfonieorchester Saarbrucken (Dennis Russell Davies direttore) e a Tokyo nel 1985 con la New Japan Philharmonic (Kazuyoshi Akiyama direttore), sono una significativa aggiunta alla discografia del pianista come interprete di musica sulla partitura. Due opere, che Ecm adesso pubblica, congeniali al celebre pianista e non estranee a certi sviluppi caratteristici del jazz. Dopo l’esecuzione del Concerto di Bartok, Jarrett torno’ sul palcoscenico per eseguire un brano improvvisato, poi intitolato Tokyo Encore: Nothing But A Dream e riprodotto in coda al programma del cd. Keith Jarrett sara’ in Italia in tour il prossimo 18 maggio con un unico concerto Unico concerto a Napoli, al Teatro San Carlo. (AGI) .

Flag Counter
Video Games
Oops, something went wrong.